Yonne: i clienti aprono un vaso per aiutare un’azienda agricola biologica colpita dal maltempo vicino ad Auxerre

-

Ci sono numerose pozzanghere sui terreni di David Ducros a Perrigny (Yonne). Da diverse settimane il terreno dei Jardins Bio des Bréandes è allagato. Piogge forti sul serio compromesso il raccolto dell’orticoltore, che è preoccupato per le finanze della sua azienda. Per aiutare, i clienti hanno deciso di farlo collezionare monete.

Enormi perdite per l’operazione

“È saturo d’acqua, tuttavia non ho annaffiato da settembre”, respira David Ducros in mezzo ai suoi due ettari. Gli Icaunai provarono a piantare delle verdure, ma il risultato non c’è. “Piove senza sosta, è impossibile lavorare. Dovrebbero esserci pomodori o ravanelli nelle serre. Avremmo dovuto piantare anche piselli e fagioli. Solo che da marzo è impossibile lavorare. Le poche zucchine in terra sono gialle. Non si stanno sviluppando normalmente.

Nonostante le serre, il terreno è completamente impregnato d’acqua. Secondo David Ducros ci vorranno diverse settimane prima che la situazione si stabilizzi. “In superficie, in alcuni punti, sembra a posto, ma quando si scava 15 centimetri, c’è acqua.”

Clienti solidali

Di fronte alla situazione, Chantal, una cliente, e suo figlio Jean-Pascal hanno creato un vaso per aiutare l’orticoltore. “Non è possibile fare nulla. Abbiamo bisogno di tutti, uno per tutti”, dice il ritirata*,* sorriso sulle labbra, in mezzo al giardino. “Questa somma lo aiuterà a pagare le sue spese. Dobbiamo fargli superare questo piccolo ostacolo, se vogliamo mantenere gli orticoltori biologici nell’Yonne”.aggiunge Jean-Pascal.

Un ortolano preoccupato perché la stagione avanza, le spese si accumulano, mentre il fatturato è fermo. “Ad aprile siamo sui 4.000-5.000 euro, a maggio siamo più vicini ai 9.000 euro”.spiega David Ducros. Se vuoi partecipare al montepremi, è qui.

Il giardiniere David circondato da Jean-Pascal e sua madre Chantale all’origine del montepremi online ©Radio Francia
Nina Valette

#French

-

PREV Giornata mondiale degli oceani: più di una tonnellata di rifiuti raccolti dai fondali marini e da Hann Bay – Lequotidien
NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey