Premio Heritage 2024: preservare e trasmettere

Premio Heritage 2024: preservare e trasmettere
Premio Heritage 2024: preservare e trasmettere
-

Pochi giorni fa sono stati rivelati i vincitori della decima edizione degli Heritage Awards, un’iniziativa di Culture Capitale-Nationale e Chaudière-Appalaches. Questa distinzione premia il restauro del patrimonio, la sua valorizzazione e la padronanza del know-how tradizionale.

La responsabile del patrimonio del comitato esecutivo, la signora Mélissa Coulombe-Leduc, era presente alla cerimonia di premiazione avvenuta presso il municipio.

“Sono sempre molto felice di premiare i cittadini e le organizzazioni che lavorano per preservare e valorizzare il ricco patrimonio della nostra città. È un privilegio poter riconoscere la loro creatività e il loro contributo alla protezione del nostro patrimonio collettivo”, ha affermato la signora Coulombe-Leduc.

Nella categoria “Conservazione e preservazione”, il premio è stato assegnato a Un Toit en Réserve per il restauro di un edificio costruito nel XIX secolo in rue de Chevrotière nel quartiere Saint-Jean-Baptiste. Un ampio lavoro ha permesso di preservare il valore patrimoniale dell’edificio situato ai numeri 905-909 e 915-917 conservando la ricchezza della sua architettura originale.

La Corporation du Moulin des Jésuites ha vinto il premio nella categoria “Interpretazione e diffusione”. La mostra permanente Il mulino chiavi in ​​mano che mette in risalto il patrimonio del Trait Carrée ha conquistato la giuria con il suo carattere originale. Questa iniziativa rientra nel progetto Museo Storico dei Bambini ed è rivolta ai ragazzi dai 5 ai 12 anni.

La storia di un quartiere

Per questa stessa categoria, una menzione speciale va al progetto Le Printemps Saint-Sauveur guidato dalla Société historique de Québec. Distribuito su due mesi nella primavera del 2023, l’evento ha messo in luce il quartiere di Saint-Sauveur e la sua storia. La giuria sottolinea la ricca e diversificata programmazione resa possibile da un team di volontari.

L’evento si ripete quest’anno per la quinta edizione, questa volta nel quartiere di Montcalm. Diverse attività si svolgono da marzo a giugno. Tra le altre cose in programma figurano visite guidate, conferenze, passeggiate urbane nel quartiere e la presentazione di capsule storiche.

Un know-how ancestrale

La signora Solange Hudon ha vinto il premio nella categoria “Portatori di tradizioni” per la sua maestria nell’arte del quilting. Artista tessile affermata, perfeziona e condivide le tecniche di questo know-how ancestrale da più di 25 anni.

La signora Solange Hudon, artista tessile specializzata nell’arte del quilting.
Credito fotografico: Serge Roy

La giuria ha scelto di premiare anche il gruppo musicale La Déferlance in questa stessa categoria. Il gruppo. composto da Mathieu Baillargeon (pianoforte, podoritmia e voce), Marie-Desneiges Hamel (fisarmoniche e voce), Renaud Labelle (basso, contrabbasso e voce) e Grégoire Painchaud (violino, chitarra e voce), opera alla trasmissione della musica tradizionale del Quebec. I componenti del gruppo organizzano spettacoli, serate danzanti, jam e laboratori che permettono al repertorio tradizionale di rimanere vivo e vegeto.

Prezzo preferito

Il premio Favorite di questa edizione va alla Maison des métiers d’art de Québec e al Centro Culturale del Monastère des Ursulines per il progetto Filiations. Realizzato nell’arco di un anno, il progetto mirava a realizzare opere ispirate alla collezione di ricami delle Orsoline, unendo così patrimonio e artigianato artistico.

Tutti i progetti vincitori e premiati sono consultabili sul sito del Comune.

-

NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey