Controllo finanziario: annunci di informatori in aumento nel 2023

Controllo finanziario: annunci di informatori in aumento nel 2023
Controllo finanziario: annunci di informatori in aumento nel 2023
-
Rispetto al 2022, nel 2023 gli informatori hanno fatto più comunicazioni al Controllo finanziario federale (illustrazione).

ATS

Nel 2023 la Confederazione ha elaborato un numero maggiore di segnalazioni di informatori rispetto all’anno precedente. Il Federal Financial Control (CDF) ne ha analizzati 372, ovvero 93 in più rispetto al 2022.

Mentre nel 2020 e nel 2021 molti annunci riguardavano le misure di aiuto della Confederazione di fronte al Covid-19, nel 2022 questo tipo di segnalazioni è diminuito. Con 22 casi, la tendenza è continuata nel 2023, precisa martedì la CDF nel suo rapporto annuale. Gli annunci si sono concentrati principalmente sulle indennità per la riduzione dell’orario di lavoro e sui casi di disagio.

Delle 372 segnalazioni, 222 provenivano da soggetti esterni alla Confederazione con contratto di lavoro, ovvero fornitori, privati ​​o dipendenti di aziende private. Quasi tre quarti (71%) degli annunci erano anonimi (rispetto all’88% nel 2022).

193 segnalanti hanno utilizzato il sistema di casella di posta elettronica crittografata per comunicare con l’unità dedicata della CDF. La maggior parte degli annunci (87%) è arrivata sulla piattaforma. Altri sono stati ricevuti per posta, e-mail o telefono.

Annunci utili

La CDF rileva che questi annunci vengono utilizzati per il suo lavoro: più della metà (58%) degli annunci sono stati utili per audit in corso o sono all’origine, a medio o lungo termine, di nuovi audit. Nel 2023 il CDF ha trasmesso undici casi alle autorità di perseguimento penale per informazione o ulteriore intervento. Nessuna riguardava i dipendenti della Confederazione.

Dal 2011 l’Amministrazione federale dispone di una base giuridica per proteggere gli informatori. I dipendenti federali sono obbligati a denunciare i crimini e i delitti perseguiti d’ufficio e la legge garantisce loro protezione contro i danni professionali.

La CDF gestisce una piattaforma Internet sicura che raccoglie annunci pubblicitari. Chiunque può denunciare, che lavori per la Confederazione o meno.

Finanziamento della vita politica

Nel suo rapporto annuale la CDF ricorda inoltre che nel 2023 ha svolto per la prima volta i suoi nuovi compiti relativi al finanziamento della vita politica in occasione delle elezioni federali. Gli attori hanno mostrato una grande disponibilità a rispettare le nuove disposizioni, rileva.

Ma è ancora troppo presto per trarre conclusioni. Bisognerà valutare le regole. In particolare, bisognerà verificare se la decisione di attribuire alla CDF il ruolo di organo competente in materia sia stata giudiziosa.

Nel 2023, la CDF ha pubblicato 81 rapporti sulla redditività dei sussidi, sull’efficienza dei progetti di trasformazione digitale e sull’efficacia delle misure per incoraggiare la decarbonizzazione. Le sue spese ammontarono a 33,1 milioni di franchi.

Kigo, ats

-

PREV Parigi: dai bordelli ai coworking di tendenza, la Porte de Clichy tra gentrificazione e sanificazione
NEXT Il tempo in Belgio: giornata caratterizzata da rovesci, tranne che sulla costa