Prima sessione del dialogo internazionale sulla migrazione 2024

Prima sessione del dialogo internazionale sulla migrazione 2024
Prima sessione del dialogo internazionale sulla migrazione 2024
-

La migrazione ha sempre svolto un ruolo trainante nel collegare diverse parti del mondo, promuovere scambi culturali, arricchire le società, stimolare la crescita e l’innovazione e salvare vite umane. Le opportunità sociali e individuali che la migrazione offre in tutto il mondo sono evidenti, come stabilito nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, nonché nel Patto globale per una migrazione sicura, ordinata e regolare. Insieme al Global Compact sui rifugiati e ad alcuni importanti strumenti internazionali e accordi regionali, questi quadri mostrano la via da seguire per realizzare e massimizzare gli impatti positivi della mobilità umana e affrontare le sfide ad essa associate.

Tuttavia, il mondo di oggi, sempre più frammentato, è scosso dai conflitti, dai cambiamenti climatici e dalla fragilità dell’economia globale. I progressi verso gli Obiettivi di sviluppo sostenibile sono in fase di stallo, la migrazione involontaria è più alta che mai e milioni di persone sono costrette a lasciare le proprie case a causa degli effetti del cambiamento climatico. Le vulnerabilità associate allo sfollamento sono spesso esacerbate dallo sfruttamento, dalla violenza, dagli abusi e dalla discriminazione lungo le rotte migratorie. Questi fenomeni, particolarmente diffusi nell’ambito della migrazione irregolare, portano ogni anno alla morte migliaia di persone, a seguito di viaggi pericolosi, a causa della mancanza di accesso ad altre soluzioni sicure.

Tutti questi fattori continueranno a modellare e motivare i movimenti delle popolazioni, esercitando al contempo una pressione senza precedenti su stati, società e persone in tutto il mondo. Le tendenze globali suggeriscono che i flussi migratori si intensificheranno in futuro, ampliando la gamma di opportunità che i movimenti di popolazione possono offrire alle società e agli individui in un contesto altamente interconnesso e interdipendente, ma rischiano anche di aumentare i costi potenziali di un’azione inadeguata in questo senso. È fondamentale ripensare completamente l’approccio adottato nei confronti della migrazione per apportare cambiamenti positivi.

Garantire percorsi migratori regolari è essenziale se si vuole sfruttare il potenziale della migrazione per affrontare le sfide globali. La scelta della destinazione, nonché le modalità della migrazione e i suoi esiti dipendono in gran parte dalle opportunità a cui i migranti hanno accesso. Tuttavia, queste possibilità sembrano insufficienti oggi, in un contesto complesso e instabile, e tali dovrebbero rimanere. I percorsi migratori regolari devono essere rafforzati e il rischio di approfondire le divisioni e le disuguaglianze nel mondo deve essere ridotto. Abilitare percorsi migratori regolari richiede un approccio globale basato sui due patti globali e su altri quadri pertinenti, combinato con altre misure per salvare vite umane, affrontare e limitare gli sfollamenti, combattere la migrazione irregolare e consentire il ritorno dei migranti in condizioni di sicurezza dignità e il loro duraturo reinserimento. Il cambiamento e l’innovazione sono urgentemente necessari per garantire percorsi di migrazione regolare funzionali ed efficienti, essenziali per una migrazione sicura, ordinata e regolare.

Questa sessione del Dialogo Internazionale sulla Migrazione riunirà Stati e diversi partner per esaminare le modalità per rafforzare e aumentare le opportunità di migrazione regolare e vantaggiosa come parte di un approccio globale alla mobilità umana. Pertanto, verranno studiate diverse soluzioni strategiche, operative o tecniche multisettoriali per tutte le fasi del ciclo migratorio: la fase precedente la migrazione, l’ammissione, il soggiorno, l’uscita, il ritorno e il reinserimento o la continuazione della migrazione. Queste discussioni avranno luogo nel contesto delle revisioni regionali del patto globale per una migrazione sicura, ordinata e regolare e prima del vertice delle Nazioni Unite sul futuro. Per un futuro migliore è essenziale un’azione concertata per ottenere progressi concreti in materia di migrazione e asilo. Questa azione deve essere parte di sforzi più ampi per accelerare i progressi verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile, migliorare l’adattamento ai cambiamenti climatici, affrontare la carenza di manodopera, gestire le transizioni demografiche, garantire la sicurezza delle persone in fuga da conflitti violenti e offrire alternative ai viaggi pericolosi che incoraggiano gli abusi. e sfruttamento, su rotte irregolari.

QUAL È LO SCOPO DI QUESTA SESSIONE?

Questa sessione del Dialogo Internazionale sulla Migrazione mira a riunire un’ampia gamma di parti interessate, tra cui rappresentanti degli Stati, organizzazioni del sistema delle Nazioni Unite, la società civile, il settore privato, nonché i migranti e le loro comunità per generare un dialogo multilaterale globale dibattito su come cogliere le opportunità e le sfide legate alla migrazione, sostenendo al contempo le popolazioni vulnerabili, in un mondo sempre più interdipendente e complesso.

QUALI SONO I RISULTATI ATTESI DI QUESTA SESSIONE?

Questa sessione:

  • Comprendere meglio, attraverso le prove, le opportunità e le sfide attuali e future associate alla migrazione, comprese le crisi geopolitiche, ampliando soluzioni e strategie per affrontare l’attuale divario di conoscenza;
  • Individuare soluzioni particolarmente innovative e all’avanguardia che le amministrazioni a livello locale, nazionale o regionale hanno già messo in atto o potrebbero sviluppare a lungo termine per sfruttare il potenziale delle rotte migratorie regolari come parte di un approccio totale alla mobilità umana.
  • Analizzare come l’azione multilaterale e gli ampi partenariati che coinvolgono il settore privato, le diaspore e le comunità locali a livello nazionale, regionale e globale e volti a favorire rotte migratorie sicure e regolari possano aiutare a rispondere ad alcune delle crisi tra le più dolorose del mondo e promuovere integrazione e transizione verso la pace e la prosperità.
  • Comprendere come aprire percorsi di migrazione regolare che siano più accessibili, incentrati sulle persone, basati sui diritti, praticabili e sicuri, comprese le principali soluzioni strategiche, operative e tecniche che dovrebbero essere implementate in tutte le fasi del ciclo migratorio.

-

PREV Calo del 44% degli sbarchi di pesca nel porto di Laâyoune a fine aprile
NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey