Ubriaco, infila un coltello nel braccio di suo fratello durante una festa di famiglia a Brive

-

Un uomo sui vent’anni è stato presentato davanti alla procura di Brive (Corrèze) nell’ambito di una comparizione su ammissione preventiva di colpevolezza (CRPC) per atti di violenza con armi in stato di ebbrezza. Nella notte tra sabato 18 e domenica 19 maggio la festa di famiglia era andata storta.

Avevano trascorso insieme la giornata di sabato 18 maggio, durante una festa di famiglia, organizzata a Brive, nella Corrèze. Insieme si sono divertiti e hanno bevuto (molto) fino a sera, al punto che la festa in famiglia si è conclusa con l’intervento dei soccorsi e delle forze dell’ordine presso l’abitazione in questione.

Una lite tra fratelli

Nella cucina di casa i due fratelli, evidentemente ubriachi, finirono per litigare. Una confusione per un motivo che non è stato rivelato. Uno dei due fratelli ha allora afferrato un coltello e lo ha conficcato nel bicipite del fratello. Il giovane è stato arrestato dalla polizia e subito preso in custodia.

Questo lunedì, 20 maggio, è stato presentato davanti alla procura di Brive nell’ambito di una CRPC. Questo giovane, già noto ai giudici quando era minorenne, è stato condannato per violenza commessa con un’arma in stato di ebbrezza.

Malemort – Ussel (1 pareggio): ultima partita della stagione interrotta dopo l’aggressione ad un giocatore

Vietato il contatto con suo fratello

L’imputato ha accettato la condanna a 8 mesi di reclusione con due anni di sospensione della prova. Dovrà ricevere cure, lavorare e non entrare in contatto o recarsi a casa del fratello. Il fratello ferito, non innocente in questa rissa, è stato oggetto di una denuncia penale.

Pierre Vignaud

#French

-

PREV I turisti francofoni sono più che benvenuti a Middelkerke: “Portate un po’ di soldi”, dice il sindaco
NEXT Austria-Francia: Didier Deschamps sconvolto dallo spostamento dell’allenamento della giornata