Emmanuel Macron affina le sue misure per rendere la Francia “una potenza basata sull’intelligenza artificiale”

Emmanuel Macron affina le sue misure per rendere la Francia “una potenza basata sull’intelligenza artificiale”
Emmanuel Macron affina le sue misure per rendere la Francia “una potenza basata sull’intelligenza artificiale”
-

Il presidente della Repubblica, che vuole fare della Francia un “luogo essenziale” per l’intelligenza artificiale, dovrebbe anche annunciare un vertice sull’intelligenza artificiale organizzato da Parigi nel 2025.

Emmanuel Macron parteciperà martedì a un summit sull’intelligenza artificiale e riunirà i “talenti” del settore all’Eliseo, prima di recarsi mercoledì allo show VivaTech, con l’obiettivo di “fare di Parigi un luogo essenziale per l’intelligenza artificiale” intorno a il mondo, ha affermato lunedì la presidenza.

Il Presidente della Repubblica dedicherà gran parte di queste due giornate a questa “tecnologia estremamente strategica, che solleva molti interrogativi ma rappresenta un importante serbatoio di crescita”, hanno spiegato dall’Eliseo.

In linea con il vertice Choose France organizzato nei giorni scorsi a Versailles per attirare i grandi investitori stranieri, il Capo dello Stato parteciperà martedì pomeriggio, in videoconferenza, alla chiusura dell’edizione 2024 del vertice sull’Intelligenza Artificiale, organizzato a Seul.

Dopo il Regno Unito nel 2023 e la Corea del Sud, la Francia organizzerà la prossima edizione di questo vertice nel febbraio 2025. Il presidente riunirà poi all’Eliseo i “talenti” del settore in diverse tavole rotonde, come Eric Schmidt, ex amministratore delegato di Google, o Yann Le Cun, vicepresidente di Meta.

Parigi, “potere dell’intelligenza artificiale”

Emmanuel Macron illustrerà poi in un discorso le “direzioni per andare ancora oltre” in termini di intelligenza artificiale e fare di Parigi “una centrale elettrica dell’intelligenza artificiale”, secondo l’Eliseo. Al centro di questo discorso, gli annunci che ruoteranno attorno alle raccomandazioni di un comitato di esperti sull’intelligenza artificiale generativa, che ha presentato il suo rapporto all’esecutivo a metà marzo.

Quest’ultimo ha raccomandato in particolare alla Francia di lanciare un piano di sensibilizzazione nazionale o addirittura di investire cinque miliardi di euro all’anno in cinque anni per essere alla pari con gli Stati Uniti e la Cina.

Il Presidente della Repubblica dovrebbe inoltre annunciare il lancio di diversi gruppi di lavoro per preparare l’agenda del vertice sull’AI organizzato da Parigi nel 2025, con l’obiettivo particolare di “stabilire le modalità di governance globale e inquadrata dall’IA”, ha spiegato il Lunedì all’Eliseo.

La Francia intende in particolare distinguersi dal Regno Unito, uno dei leader del settore, non limitando il dibattito sull’intelligenza artificiale ai “rischi esistenziali di questa tecnologia”, ha precisato la presidenza.

“Ci sono altre questioni, più urgenti e concrete, riguardanti l’impiego dell’intelligenza artificiale e il suo utilizzo per il bene comune”, è stato ulteriormente chiarito alla vigilia di questi annunci presidenziali.

Il Capo dello Stato proseguirà questo percorso dedicato mercoledì pomeriggio con una visita al salone VivaTech, il più grande evento europeo sulle nuove tecnologie, che si svolge dal mercoledì al sabato a Parigi e dedicherà in gran parte la sua ottava edizione all’intelligenza artificiale.

I più letti

-

PREV I cacciatori della Mosella utilizzano i droni per salvare piccoli cerbiatti durante la falciatura
NEXT Festival della Musica 2024 a Corbeil-Essonnes (91): orchestre e DJ Slay Mo, il programma in città