Épelle-Moi Canada: domenica si è svolto il campionato nazionale

-

Stai navigando nel sito web di Radio-Canada

Vai al contenuto principaleVai al piè di paginaAiuto alla navigazione Inizio del contenuto principale

CommentiAccedi alla sezione commenti

Dorine Tcheumeleu è la fondatrice e direttrice esecutiva di Épelle-Moi Canada.

Foto: Radio-Canada / Sarah Tomlinson

Radio-Canada

Pubblicato alle 1:13 UTC

Questo fine settimana si è svolto a Richmond Hill il campionato nazionale del concorso di ortografia francese Épelle-Moi Canada. Studenti provenienti da quattro diverse province hanno gareggiato nell’arte di scrivere parole complicate.

Ce n’erano centinaia che scrivevano una parola alla volta, parole scelte da un giudice.

I vincitori possono portare a casa somme che vanno da $ 800 a $ 1.200.

Ma non sono i soldi ad attrarre Olivia Macdonald, studentessa della Nuova Scozia: è l’esperienza.

Puoi imparare nuove parole in francese ed essere sul palco. Può essere difficile ma è una bella sfidalei dice.

I giovani provengono da scuole francofone e scuole di immersione in lingua inglese in Ontario, Quebec, New Brunswick e Nuova Scozia.

Secondo la fondatrice del concorso, Dorine Tcheumeleu, l’ambiente permette loro di costruire legami tra loro. Inoltre, afferma, è un modo per garantire la sostenibilità della lingua francese, soprattutto in un contesto minoritario.

Non è proprio un dato di fatto. Dobbiamo costantemente mettere in atto iniziative che facciano credere ai giovani che la lingua francese non è solo nelle loro classi, che ci sono eventi a livello regionale, nazionale e dove hanno l’opportunità di dimostrare il loro orgoglio francofono e francofilo.

Il concorso era giunto alla settima edizione.

La signora Tcheumeleu spera di vedere un giorno partecipare giovani francofoni e francofili di ogni provincia e territorio canadese.

Con informazioni di Sarah Tomlinson

Commenti Commenti
>>>>>>>>

Newsletter QUI Ontario

Una volta al giorno, ricevi le notizie regionali essenziali.

-

PREV La Costa d’Avorio riafferma il suo sostegno all’autonomia
NEXT La SPVM mette le mani su vestiti rubati per un valore di 500.000 dollari