Nella Charente-Maritime è anche possibile noleggiare un “carrelet” da pesca.

-

Se stai sognando di acquistare un “carrelet” da pesca, ora è il momento di iniziare. Attualmente ne sono disponibili una decina, rimesse in gioco dalla prefettura della Charente-Maritime. Ma acquistare un pezzo grezzo non è economico e devi anche mantenerlo. Allora perché non noleggiarlo? La prefettura elenca ufficialmente sette piazze “didattiche” autorizzate all’affitto. Ma è meglio prenotare in anticipo, perché la domanda è forte. Illustrazione a Fouras.

All’estremità del pontile, Françoise Valade, tesoriera dell’Associazione Storia e Patrimonio Fourasine, proprietaria del magnifica “piazza educativa” situato nel sud della città, a due passi dall’estuario della Charente. “Quindi, questo è il nostro castello” scherza il pensionato, dietro la costruzione di questa piazza. Françoise abita proprio accanto. Tanto meglio perché passa il tempo andando avanti e indietro per consegnare le chiavi. 60 € per 7 ore : è completa, o quasi, fino alla fine dell’estate.

Vista mozzafiato

La rete educativa Fouras non è il posto migliore per pescare. Ma è senza dubbio quello che offre la vista più bella. ©Radio Francia
Julien Fleuri

Devo dirlo la vista è splendidainespugnabile sull’isola di Aix e Fort Boyard. “Ecco perché le persone tornano, analizza Françoise Valade. In effetti, non è detto che peschiamo molto qui, ma la gente viene a fare picnic. Ne abbiamo anche alcuni che vengono a giocare a carte. È divertirsi in un posto un po’ insolito.”

Ma c’è anche, se vogliamo, il grande rete da pesca quadrata che dà il nome alle piazze. È David che arriva con la famiglia e gli amici per un pomeriggio di pesca. L’aperitivo e il pollo arrosto sono nel frigorifero. Per David, che è cresciuto e vive ancora a Fouras, c’è una trasmissione nell’aria: “Da bambino pescavo e ora porto mio figlio e i suoi amici”.

È stata Françoise Valade ad avere l'idea di creare questa piazza educativa. Un modo per rendere la pesca tradizionale accessibile a tutti i budget.
È stata Françoise Valade ad avere l’idea di creare questa piazza educativa. Un modo per rendere la pesca tradizionale accessibile a tutti i budget. ©Radio Francia
Julien Fleuri

“Per i bambini è molto divertente”

L'anno scorso Gaby e i suoi genitori hanno fatto un'incursione di gamberetti.
L’anno scorso Gaby e i suoi genitori hanno fatto un’incursione di gamberetti.
Davide Porcheron

David che sfata un mito: no, la pesca con le reti non è affare da pigri. È anche molto sportivo: “È interessante. Non aspettiamo ore che il tappo scompaia. È dinamico: scendiamo nella rete, arriva l’onda, risaliamo e vediamo subito cosa abbiamo catturato. Per i bambini è molto divertente”.

Bambini di 9 e 10 anni impegnati a giocare a carte nella cabina attigua, con una comodità rudimentale: non si tratta di rendere il posto abitabile, è vietato dormire su un quadrato. “Non eravamo mai stati in una piazza” dicono Jules e Marcel con impazienza, entusiasti di poter presto pescare i gamberetti da mangiare in mezzo alla folla. Gaby ha già scoperto il posto l’anno scorso. Guarda la rete piena di pesci e crostacei che viene portata fuori, “È affascinante, incredibile” assicura.

Sul pontile quadrato non c'è tempo per annoiarsi... Nell'attesa che arrivi la marea, si può giocare a carte, fare un picnic... come Gaby e le sue amiche.
Sul pontile quadrato non c’è tempo per annoiarsi… Nell’attesa che arrivi la marea, si può giocare a carte, fare un picnic… come Gaby e le sue amiche. ©Radio Francia
Julien Fleuri

Quanto a David, il padre di Gaby, non pensa nemmeno per un secondo all’acquisto di un grezzo, anche se le opportunità sono frequenti a Fouras: “Mi piacerebbe, ma no. Devi mantenerlo, questo è costoso.. Rifare i post, tutto il resto. Devi essere in pensione…”

caricamento

Coperte in vendita

Se desideri acquisire un pezzo grezzo, al momento è possibile. Sono aperte 12 concessionarie : 1 a Esnandes, 1 a Yves, 2 a Saint-Laurent-de-la-Prée, 4 a Fouras, 1 a Port-des-Barques, 1 a Saint-Georges-d’Oléron, 2 a Saint-Palais-sur -Mare. Hai fino al 17 giugno per presentare una domanda.

Il canone annuo per l’occupazione del demanio pubblico comunale è piuttosto contenuto (379 euro). Bisogna invece acquistare la struttura in legno dal vecchio proprietario o addirittura farla ricostruire (il nuovo costo varia dai 20 ai 50.000 euro).

-

PREV Un’uscita autostradale a Ginevra è stata allagata e chiusa dopo un violento temporale – rts.ch
NEXT Ventoux Initiative: una rete di risorse per i leader di progetto