Lo sapevate. Uno dei più grandi autori francesi è morto alle porte della Senna e Marna

Lo sapevate. Uno dei più grandi autori francesi è morto alle porte della Senna e Marna
Lo sapevate. Uno dei più grandi autori francesi è morto alle porte della Senna e Marna
-

Di

Geoffrey Faucheux

pubblicato su

19 maggio 2024 alle 15:02

Vedi le mie notizie
Segui La Repubblica della Senna e della Marna

Lo sconosciuto, Appestare, La caduta O Il mito di Sisifo : la stragrande maggioranza dei francesi ha letto almeno un’opera diAlbert Camus nella loro vita, sia nel contesto accademico che semplicemente per il loro piacere personale.

Tuttavia, se non hai studiato letteratura, è improbabile che tu conosca in dettaglio la vita dell’uomo considerato iluno dei più grandi scrittori nella storia della letteratura francese, morì tragicamente in un incidente stradale all’età di 46 anni.

Un decesso avvenuto nei pressi del piccolo borgo di Villeblevinin L’Yonne, a meno di cinque chilometri dal confine con Seine-et-Marne. Narrativa.

Una scelta fatale

È il 2 gennaio 1960 e Albert Camus ha appena trascorso le vacanze di fine anno nella sua casa di campagna situata nel piccolo villaggio di Lourmarinin Provenza, con la famiglia e gli amici, Janine e Michel Gallimard, nipote del famoso editore Gaston Gallimard.

Giunto il momento di tornare a Parigi, il Premio Nobel di letteratura 1957 pensa di prendere il treno, ma il suo amico Michel Gallimard lo convince a riportarlo in macchina, dopo aver lasciato la moglie e i due figli alla stazione di Avignone. Una decisione che gli sarà fatale.

In effetti, la sua famiglia era partita il giorno prima e, finalmente, il 3 gennaio Albert Camus si mise in viaggio, in compagnia dei coniugi Gallimard e della loro figlia Anne.

Dopo aver trascorso la notte in una locanda nella cittadina di Thoissey (Ain), partirono la mattina presto del 4 gennaio, prendendo la Nationale 6 (in direzione Lione-Sens). Dopo una sosta alAlbergo Parigia Sens, a mezzogiorno, il quartetto salpa diretto a Parigi.

Video: attualmente su -

Ed è subito dopo aver superato Pont-sur-Yonne, in un luogo chiamato ” Il piccolo Villeblevin “, sull’attuale D 606, alle porte di Seine-et-Marne, che ” l’assurdità di un incidente stradale causerà la morte di Albert Camus”, come scrive poeticamente il comune di Villeblevin sul suo sito web.

Quindi mentre il lussuoso e molto potente Facel Vega di Michel Gallimard stava probabilmente guidando ad alta velocità, avrebbe sbandato sul terreno bagnato, sarebbe uscita di strada e avrebbe urtato un primo platano, prima di rimbalzare su un secondo e dislocare.

Sul fianco della fontana è posta anche una targa in bronzo ©GF/RSM77

Ucciso sul colpo

L’orologio del cruscotto è bloccato alle 13:55 e la lancetta del tachimetro indica 145 chilometri all’ora. Michel Gallimard, gravemente ferito, è stato trasportato all’ospedale di Montereau-Fault-Yonne, dove è morto sei giorni dopo.

Janine e Anne Gallimard, sebbene ferite, riuscirono a scappare vive, Albert Camus rimase ucciso sul colpo: “Strana coincidenza, era uno dei suoi omonimi, il dottor Marcel Camus, di Villeneuve-la-Guyard, che ne constatò la morte. Il suo corpo è stato vegliato tutta la notte nella sala principale del municipio di Villeblevin», precisa il comune del piccolo villaggio di Icaunais. Lo scrittore sarà sepolto il 6 gennaio a Lourmarin.

Nel 1967, per preservare la memoria di questo evento, l’enorme blocco di pietra della fontana situata di fronte al municipio di Villeblevin fu decorato con un ritratto dell’autore in bassorilievo e con incisa una frase di Camus: “La sola lotta verso le vette basta a riempire il cuore di un uomo”.

Su un altro lato della fontana, a targa in bronzo indica: “Il Consiglio Generale dell’Yonne, in omaggio allo scrittore Albert Camus, che vegliò nel municipio di Villeblevin la notte tra il 4 e il 5 gennaio 1960.”

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey