La “paura nel cinema” non ha spaventato gli studenti delle scuole superiori

La “paura nel cinema” non ha spaventato gli studenti delle scuole superiori
La “paura nel cinema” non ha spaventato gli studenti delle scuole superiori
-

Gli studenti delle scuole superiori di Philippe-Lebon si sono recati giovedì 16 maggio alla Cinémathèque de Paris. Avviata dal signor Priac, il loro insegnante di inglese e letteratura inglese, questa esperienza coinvolgente è stata ricca di scoperte.

È stato un tuffo nel mondo della paura del cinema. Ciò ha dato loro l’opportunità di scoprire l’eredità cinematografica del leggendario regista americano James Cameron. La giornata è iniziata con un laboratorio cinematografico dedicato a questo tema. Attraverso estratti accuratamente selezionati di film iconici come “La notte dei morti viventi”, di George Romero, “Shining”, di Stanley Kubrick, o anche “Alien: the 8th”.e Passenger”, di Ridley Scott, gli studenti sono stati trasportati in mondi di ansia e suspense. In particolare, hanno potuto analizzare e discutere con un relatore specializzato in cinema, esplorando le diverse tecniche cinematografiche utilizzate per suscitare intense emozioni negli spettatori.

Nel pomeriggio, durante la visita guidata alla mostra dedicata al regista James Cameron, gli studenti sono rimasti incantati dalla scoperta di bozzetti originali dei suoi film emblematici come “Terminator”, “Avatar” e “Titanic”. Hanno anche potuto scoprire modelli e oggetti di scena cinematografici, stimolando la loro immaginazione e offrendo loro uno spaccato del processo creativo dietro queste rivoluzionarie opere cinematografiche.

Ma al di là del semplice divertimento, questa gita scolastica è stata un’occasione di scoperta culturale ed educativa. Esplorando i temi della paura nel cinema, gli studenti sono stati in grado di sviluppare la loro comprensione delle tecniche narrative e visive utilizzate per affascinare il pubblico. “Inoltre, immergersi nel mondo di James Cameron ha permesso agli studenti di apprezzare il lavoro e la creatività necessari per creare film iconici che segnano la storia del cinema”, riassume la loro professoressa di inglese e letteratura inglese sottolineando che ha permesso ai suoi studenti di immergersi nella ricchezza e diversità del mondo cinematografico. E che questa uscita didattica ha aperto nuove prospettive e stimolato la loro curiosità artistica, arricchendo così il loro bagaglio culturale e sviluppando il loro senso critico. Insomma, questa giornata alla Cinémathèque de Paris è stata molto più di una semplice gita scolastica; è stata una vera esplorazione cinematografica, educativa e stimolante, che rimarrà impressa nei ricordi degli studenti delle scuole superiori.

-

PREV Al processo Hinduja di Ginevra i miliardari raggiungono un accordo finanziario con i loro ex dipendenti – rts.ch
NEXT La provincia investe 25 milioni di dollari per accelerare la costruzione di alloggi nelle zone rurali