La polizia vallesana interviene tra gruppi di motociclisti rivali

La polizia vallesana interviene tra gruppi di motociclisti rivali
La polizia vallesana interviene tra gruppi di motociclisti rivali
-

Sabato è stato inaugurato in Val de Bagnes (VS), dopo un anno di lavori, il Centro di Competenza Apicoltore (CCA). Costo dell’operazione: 2,2 milioni di franchi.

All’inizio, la Società di Apicoltura Entremont (SAE), che riunisce quasi 130 apicoltori, voleva avere un centro di estrazione del miele. Finalmente ha visto più in grande e oggi ha dotato la regione di un “centro dedicato alla formazione, alla ricerca, alla sensibilizzazione del pubblico e degli scolari, alle attività di apicoltura e all’agriturismo”, ha affermato il cantone in un comunicato stampa sabato.

Lo scopo del nuovissimo CCA è anche quello di sostenere e perpetuare l’attività dell’apicoltura regionale, in particolare producendo nuclei, cioè piccoli gruppi di api in grado di formare un nuovo alveare per far fronte alla regolare perdita di colonie. Un apiario dimostrativo all’aperto, un’aula scolastica e presto un laboratorio sono a disposizione anche degli apicoltori, del Servizio sanitario delle api, della Société romande d’apiculture e della Fédération d’apiculture du Valais romand.

Per sensibilizzare il grande pubblico, e in particolare le scuole, sull’importanza delle api e della biodiversità, il CCA prevede di organizzare visite, conferenze e mostre. Completano l’offerta i prodotti per l’apiterapia e l’alveare.

200.000 franchi da trovare

Situato sulle rive della Dranse, sull’asse del Gran San Bernardo, il CCA è facilmente riconoscibile per la sua forma, che ricorda le ali spiegate, e per la sua ape appesa sulla facciata. È stata interamente costruita da aziende locali e il legno massiccio utilizzato per la sua struttura proviene dai boschi circostanti, sottolinea il cantone.

Il costo totale dell’opera ammonta a 2,2 milioni di franchi. L’importo è stato finanziato in particolare con fondi pubblici stanziati nell’ambito del progetto di sviluppo regionale (PDR) di Grand Entremont (Confederazione, cantone, comuni), Aiuto svizzero alla montagna, comune di Val de Bagnes, diverse associazioni di apicoltura e fondazioni private. Sarà necessario reperire “200mila franchi per completare l’acquisto di materiali e attrezzature”, si precisa.

Il Grand Entremont PDR, avviato nel 2018, terminerà alla fine di quest’anno. Ciò avrà permesso di realizzare progetti costati più di 20 milioni di franchi e sostenuti da fondi pubblici per un ammontare di 11 milioni di franchi, osserva il Cantone. Le prossime scadenze sono l’apertura di due agriturismi a Montagnier e Liddes, oltre alla fine dei lavori del nuovo caseificio di Etiez.

Questo articolo è stato pubblicato automaticamente. Fonte: ats

-

PREV “Ho visto gente urlare di paura”: una morte e l’inizio di uno scandalo dopo l’ultra-trail in Alta Savoia
NEXT Elezioni legislative 2024: ecco tutti i candidati per le circoscrizioni elettorali del sud della Senna e Marna