dopo il maltempo, la situazione migliora in Mosella

dopo il maltempo, la situazione migliora in Mosella
dopo il maltempo, la situazione migliora in Mosella
-

“In meno di 24 ore è caduto l’equivalente di più di un mese di pioggia”, ha spiegato venerdì sera la prefettura della Mosella. In questo dipartimento messo in allerta rossa per inondazioni, le abbondanti precipitazioni hanno causato allagamenti e diverse interruzioni di corrente. La prefettura ha annunciato sabato 18 maggio 2024 che la situazione sta migliorando.

“Tanto fango nelle cantine”

Nelle comunità colpite il giorno prima dalle inondazioni è tempo di operazioni di pompaggio e pulizia.

“Siamo rimasti svegli tutta la notte con funzionari eletti, vigili del fuoco e polizia. Il livello del torrente è sceso nuovamente, rimane alto ma accettabile”ha dichiarato all’AFP il sindaco di Sierck-les-Bains, Helen Lambard-Hammond, la cui località è stata colpita venerdì dall’inondazione del torrente Montenach.

“Tutte le persone ricollocate hanno potuto tornare alle loro case, ora tutti stanno pulendo. Sono soprattutto i privati ​​ad avere molto fango nelle cantine, e anche noi abbiamo un piccolo ponte che ha ceduto. Le parole d’ordine sono vigilanza, sorveglianza e pulizia”lei ha aggiunto.

“A poco a poco le cose stanno tornando alla normalità e con il passare delle ore tendiamo verso cose migliori”si è rallegrato Philippe Schutz, sindaco di Boulay-Moselle.

Aree ancora inaccessibili

Nonostante la tregua, l’autostrada A4 in direzione Parigi-Strasburgo resta interrotta, così come diverse strade dipartimentali. Se la pioggia ha smesso e non persiste l’allarme pioggia, “136 interventi dei vigili del fuoco” erano ancora in corso sabato mattina, precisa la prefettura in un comunicato stampa. Tuttavia, precisano le autorità “nessuna vittima o ferito” non è da deplorare.

“La situazione resta complicata a Hombourg-Haut” O “nella valle del Nieds”conferma la prefettura all’AFP, menzionando una frana a Bousseviller e un “particolare punto di attenzione” sulla diga di Saltzbronn.

Una fotografia mostra il fiume tedesco Nied in un’area allagata a Créhange, nel nord-est della Francia, il 18 maggio 2024. | JEAN-CHRISTOPHE VERHAEGEN/AFP
Visualizza a schermo intero
Una fotografia mostra il fiume tedesco Nied in un’area allagata a Créhange, nel nord-est della Francia, il 18 maggio 2024. | JEAN-CHRISTOPHE VERHAEGEN/AFP

“Siamo su un plateau, la piena si è stabilizzata, poi speriamo in un calo. Ma rimaniamo vigili, tutti mobilitati”ha detto all’AFP Armel Chabane, sindaco di Bouzonville, cittadina attraversata dal Nied. “Al momento non abbiamo grossi danni da segnalare, ma non abbiamo ancora accesso a tutte le aree”. In città un trasformatore elettrico è sott’acqua e gli abitanti di diverse strade non hanno più elettricità.

Riconoscimento del disastro naturale

“Dato l’impatto delle inondazioni su case e aziende, in particolare nel comune di Diemeringen, il prefetto chiederà il riconoscimento di una calamità naturale per questo comune”precisa la prefettura.

Leggi anche: Cattive condizioni meteo. Quali sono i criteri per riconoscere lo stato di calamità naturale?

Il dipartimento è ancora in allerta rossa per alluvioni.

-

PREV Nessuna malattia contagiosa tra i pellegrini
NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey