Terra in Senegal: la crudeltà di un’élite è doppiata dalla faziosità di una folla! – Il quotidiano

Terra in Senegal: la crudeltà di un’élite è doppiata dalla faziosità di una folla! – Il quotidiano
Terra in Senegal: la crudeltà di un’élite è doppiata dalla faziosità di una folla! – Il quotidiano
-

Pochi giorni fa, la carneficina di Thies (Mbour 4) ha richiesto l’intervento del presidente della BDF. Sul posto si offende!
La stampa rivela che la spartizione è avvenuta tra banditi dei colletti bianchi! Sono stati citati funzionari statali. Il più sfortunato è il tentativo di giustificazione di Babacar Diop, sindaco di Thiès (per non parlare del silenzio assordante dei sindaci Birame Soulèye Diop, Ousmane Diagne e Djité).
Lungi dall’essere un caso isolato, questo “furto legalizzato” è una pratica comune. Ciò è dimostrato dalla frammentazione della banda casuarina di Guédiawaye (creata nel 1948 da un colono apparentemente più preoccupato del futuro degli indigeni che dei nostri stessi leader). Anche qui vale lo stesso modus operandi: servirsi dei pezzi grossi. La stampa ha rivelato che ne avevano beneficiato 320 consulenti della Cooperativa degli agenti del catasto (assegnati su 5 ettari). Il clou del melodramma era il famoso Syndicate of Taxes and Estates con 4 ettari a Wakhinane-Nimzatt, mentre aveva già altri 4 ettari a Golf e 6 ettari a Gadaye; cioè un totale di 14 ettari (senza contare le assegnazioni di Almadies 2, della Fiera, delle Mamelles, ecc.). Secondo il quotidiano Les Echos, uno dei membri del governo, molto vicino al primo ministro Ousmane Sonko, si è aggiudicato il lotto GW 1227 dal 23 luglio 2021.
Avremmo potuto aggiungere il furto di terreni all’aeroporto LSS, alla Corniche di Dakar… In tutti questi scandali, gli stessi criminali…, l’Unione fiscale e patrimoniale, il Catasto, i politici…
La cosa più frustrante è la “benevolenza” del goorgoorlu, che sopporta finché l’autore è nelle sue grazie. Altrimenti come spiegare che gli stessi commossi per la carneficina di Mbour 4 appoggino il presidente Diomaye che ha il coraggio di dirci che ha un terreno libero nel cuore di Dakar, semplicemente perché è membro di “un sindacato” !
Vogliamo lottare contro la predazione del territorio o “finire” avversari certamente riprovevoli? La “ripartenza” dei lavori sulla Corniche ci dà un indizio per chi vuole vedere!
Se vogliamo risolvere questo spreco di territorio, dobbiamo affrontare questa legislazione scellerata che dà appoggio all’Unione fiscale e patrimoniale, al Registro fondiario, ecc., con il silenzio colpevole di una certa società civile che pensa che il diritto della il cittadino si ferma al voto!
È tempo che questa disparità sociale istituzionalizzata a vantaggio delle stesse persone, in varie forme, finisca. Diomaye avrà il coraggio di fermare la mucca da latte che gli ha gentilmente dato una casa?
Dottor Samba FAYE
Portavoce della Repubblica dei Valori

#Senegal

-

PREV le manifestazioni contro l’estrema destra e per l’unione della sinistra hanno riunito migliaia di persone in tutta la Francia
NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey