Glucksmann, Hidalgo e il nuovo logo nei nostri echi satirici

Glucksmann, Hidalgo e il nuovo logo nei nostri echi satirici
Glucksmann, Hidalgo e il nuovo logo nei nostri echi satirici
-

Glucksmann nell’arena

Venerdì 17 maggio in serata, Morcenx-la-Nouvelle ha ospitato l’incontro di Raphaël Glucksmann in vista delle elezioni europee del 9 giugno. Il capolista Place publique/PS era ben accompagnato: anche Olivier Faure, primo segretario del Partito socialista, è venuto nel Sud-Ovest, accolto da tutti i socialisti delle Landes (e sono tanti). Da notare la presenza, ovviamente, di Éric Sargiacomo, capo dei socialisti delle Landes, consigliere regionale e soprattutto candidato all’Euro…

Glucksmann nell’arena

Venerdì 17 maggio in serata, Morcenx-la-Nouvelle ha ospitato l’incontro di Raphaël Glucksmann in vista delle elezioni europee del 9 giugno. Il capolista Place publique/PS era ben accompagnato: anche Olivier Faure, primo segretario del Partito socialista, è venuto nel Sud-Ovest, accolto da tutti i socialisti delle Landes (e sono tanti). Da segnalare la presenza, ovviamente, di Éric Sargiacomo, capo dei socialisti delle Landes, consigliere regionale e soprattutto candidato all’eurodeputazione all’undicesimo posto della lista guidata da Raphaël Glusckmann. C’era brava gente ma anche una buona affluenza ad un voto che, ammettiamolo, stenta a scatenare le passioni. Per attirare la folla, gli attivisti avevano fatto il necessario qualche giorno prima: li avevamo visti anche distribuire volantini che invitavano a venire all’incontro davanti alle arene di Gamarde-les-Bains, in occasione delle semifinali della Coppa delle Lande. C’è da dire che è meglio cercare il mondo dov’è…

Più forte di Hidalgo

Vale la pena notare questo. Questo venerdì sera, durante l’incontro di Raphaël Glucksmann a Morcenx-la-Nouvelle, erano presenti più di 900 persone nella sala Marocco. Un bel successo per la federazione dipartimentale del Partito socialista, che da tempo non riusciva ad attirare così tanto. Ultimo esempio con l’arrivo, il 27 marzo 2022, della candidata alla presidenza, Anne Hidalgo. 500 persone hanno poi intrapreso il viaggio. Alla fine il sindaco di Parigi ha ottenuto l’1,7%. I sondaggi danno quasi dieci volte di più all’eurodeputato uscente. Allo stesso tempo, è difficile scendere più in basso.

Fine della ricreazione

Interlocutori che non si ascoltano, comportamenti a volte infantili: “Perché sei arrabbiato? ” “Non sono arrabbiato. » Il Consiglio comunale di Dax, giovedì 16 maggio, ha avuto l’aria di un cortile di scuola e di “dare” lezioni, senza che questi scambi partecipassero davvero a sollevare un dibattito per la città di domani. Spesso è lo stesso ritornello, guardando più al passato: cosa non è stato fatto, cosa si sarebbe dovuto fare… In conclusione: la campanella di fine lezione ha suonato tardi. E gli ultimi minuti erano passati, le menti erano già distratte e andate altrove…

Come un senso di déjà vu?

Il nuovo logo della Città di Dax ha suscitato commenti un po’ sorpresi. Il comunicato stampa del comune afferma che per il leone si è ispirato al logo della Regione Nouvelle-Aquitaine e il minimo che possiamo dire è che la somiglianza è davvero sorprendente. Comune ad entrambi i loghi sono anche le increspature che simboleggiano l’acqua. Politicamente però non è lo stesso schieramento: a sinistra per la Regione, a destra per il Comune. E in mezzo scorre l’Adour…

Lasserpe

Un Mitterand molto politico

Sabato scorso, in occasione del ricevimento di Villeneuve-d’Ascq all’Espace François-Mitterrand, c’erano giocatori in sala – soprattutto le figlie di Julie Barennes – ma anche politici a bordo campo. Il sindaco di Mont-de-Marsan, Charles Dayot, la deputata ed ex ministro Geneviève Darrieussecq, il presidente del dipartimento Xavier Fortinon, il vicepresidente del consiglio regionale Renaud Lagrave, candidato alle elezioni europee e boss delle Landes socialisti Éric Sargiacomo… Anche altri senza dubbio. 1ehm Il prossimo giugno, per la finale della Coupe des Landes, che cade una settimana prima delle elezioni, c’è da scommettere che anche i politici si daranno battaglia nelle arene del Plumaçon.

Circa un mese…

Attenzione! Che i cittadini di Mons non si affidino esclusivamente alle informazioni fornite dalla rivista comunale. Nel suo ultimo numero. A pagina 22 leggiamo un titolo in grassetto: “Domenica 9 maggio, tutti alle urne! » E la redazione di “Sud Ouest” si chiedeva se non ci fossimo dimenticati di un voto prima di quello delle elezioni europee che si terranno il 9 giugno. Anzi! Leggendo il breve articolo capiamo che stiamo effettivamente parlando delle stesse elezioni. Il bando per i volontari assessori volontari, che leggiamo sotto il titolo, rischia di fare “una merda” se hanno barrato la casella sbagliata nel loro calendario…

-

PREV Firma del contratto di candidatura regionale RSK
NEXT La Svizzera ha pianificato tutto, anche il peggio