in Marocco, il porto di Tanger Med stabilisce il suo dominio nel Mediterraneo

-
>>

Estensione del porto di Tangeri Med, Tanger Med II, a Ksar Sghir, vicino alla città costiera di Tangeri, Marocco, 28 giugno 2019. YOUSSEF BOUDLAL/REUTERS

Il 2023 è stato un anno eccezionale per Tanger Med. Nel nord del Marocco, il porto ha superato per la prima volta la soglia degli otto milioni di container equivalenti a venti piedi (TEU), raggiungendo i 19e classifica dei porti container mondiali, secondo la classifica annuale della società francese Alphaliner. In un contesto schiacciato dal dominio dei porti cinesi, dove il numero uno, Shanghai, totalizza quasi 50 milioni di TEU, Tanger Med ha addirittura realizzato una delle migliori crescite tra i primi 20, in crescita del +13,4% rispetto al 2022.

Il suo traffico è più che raddoppiato in cinque anni, il porto marocchino ora rivaleggia con Long Beach (California), Laem Chabang (Thailandia) e Kaohsiung (Taiwan). I risultati di inizio anno lasciano ancora ottimismo. Rispetto al primo trimestre del 2023, il tonnellaggio complessivo movimentato a Tanger Med è aumentato del 10%, afferma Rachid Houari, vicedirettore generale dell’autorità portuale. Una progressione “leggermente superiore a quello che di solito sperimenta il porto”indica, vedendo ciò come un effetto della crisi nel Mar Rosso, le cui acque sono, dal dicembre 2023, bersaglio degli attacchi dei ribelli Houthi dello Yemen.

La riconfigurazione delle rotte marittime, con il dirottamento delle navi portacontainer verso il Capo di Buona Speranza, ha congestionato alcuni porti del Mediterraneo occidentale, tra cui quello di Barcellona, ​​uno dei più colpiti. Ma Tanger Med, il principale hub di transhipment del bacino per le merci provenienti dalla Cina, “sembra essere un passo avanti rispetto ai suoi concorrenti”, assicura Peter Sand, capo analista della società norvegese Xeneta. Co-azionista di un terminale nel porto, la società francese CMA CGM riconosce tuttavia che le sue capacità lo sono “in tensione”. Un’altra ripercussione degli eventi nel Mar Rosso, i noli sono in aumento. Quelli dal mercato spot di Singapore a Tangeri Med sono passati da 4.000 dollari (3.678 euro) a oltre 5.100 e continuano a salire.

Manodopera “dieci volte più economica”

“Tanger Med sovraperforma e beneficia di una rendita situazionale nel contesto attuale”, riassume Jérôme de Ricqlès, esperto marittimo della start-up francese Upply. Il porto marocchino sfrutta appieno la sua posizione sullo stretto di Gibilterra e un retroterra industriale di 1.300 aziende, ma soprattutto di forza lavoro “dieci volte più economico” che il suo concorrente diretto, Algeciras, in Spagna, avverte Najib Cherfaoui, specialista marittimo e insegnante presso la scuola di lavori pubblici Hassania di Casablanca (Marocco). Una manna per CMA CGM e gli altri due grandi armatori mondiali, MSC (Mediterranean Shipping Company) e Maersk, che detengono anche quote dei terminal Tanger Med.

Ti resta il 50,55% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.

-

PREV Una nuova sedia per ripristinare al meglio gli ecosistemi degradati
NEXT Montreal si è classificata all’ultimo posto nella concessione di permessi di costruzione in Quebec