Il Marocco si è impegnato a sfruttare le tecnologie digitali

-

Il Marocco è decisamente impegnato a sfruttare le tecnologie digitali, ha affermato giovedì a Rabat il ministro responsabile della transizione digitale e della riforma amministrativa, Ghita Mezzour, in occasione della celebrazione della Giornata mondiale delle telecomunicazioni e della società dell’informazione.

“Il Marocco è fermamente impegnato a sfruttare le tecnologie digitali per dare forma a un futuro più promettente e sostenibile per i suoi cittadini”, ha sottolineato Ghita Mezzour in un discorso letto a suo nome dal Segretario generale del Ministero della transizione digitale e della riforma amministrativa, Sarah Lamrani , nell’ambito di un incontro dal tema “L’innovazione digitale al servizio dello sviluppo sostenibile”.

Il ministro ha ricordato, a questo proposito, alcune iniziative chiave attuate per accelerare la trasformazione digitale nel Regno, in particolare lo sviluppo delle infrastrutture digitali grazie alle quali il Marocco ha fatto progressi in termini di connettività e adozione delle tecnologie digitali.

“Il Marocco ha compiuto notevoli progressi nella digitalizzazione dei servizi pubblici con oggi più di 600 servizi elettronici”, ha aggiunto.

Menzionando, inoltre, la strategia di sviluppo digitale, Morocco Digital 2030, sostenuta dal suo dipartimento, Ghita Mezzour ha precisato che mira a fare del Marocco un hub digitale per accelerarne lo sviluppo territoriale, economico e sociale, per generare posti di lavoro altamente qualificati e contribuire allo sviluppo sostenibile .

Il ministro ha inoltre accolto con favore i “risultati eccezionali”, frutto degli sforzi del Regno per aumentare la competitività dell’economia nazionale, rafforzare le capacità produttive e stimolare l’occupazione attirando maggiori investimenti nazionali e internazionali.

Consapevole del ruolo significativo del digitale nello sviluppo sostenibile, negli ultimi anni il Marocco ha adottato la prospettiva di accelerare lo sviluppo digitale e ha intrapreso diverse azioni e iniziative in questa direzione, ha sottolineato da parte sua il direttore generale dell’Agenzia per lo sviluppo digitale (AGGIUNGI), Sidi Mohamed Drissi Melyani.

In un momento in cui le società stanno diventando sempre più digitali, è essenziale avere degli alleati nella transizione digitale ed ecologica, ha osservato Meylani, sottolineando che ciò implica promuovere l’uso responsabile della tecnologia digitale sfruttando al tempo stesso il suo potenziale per contribuire a garantire un futuro sostenibile per le generazioni future. .

Ha inoltre menzionato la road map elaborata dall’ADD, che comprende progetti prioritari per accelerare la digitalizzazione della società, precisando che questi progetti si articolano attorno a tre assi, vale a dire Smart Government, ecosistema digitale e innovazione e inclusione sociale e sviluppo umano.

Organizzato dall’ADD in collaborazione con l’Agenzia nazionale di regolamentazione delle telecomunicazioni, sotto l’egida del Ministero della transizione digitale e della riforma amministrativa, questo incontro è l’occasione per celebrare la Giornata mondiale delle telecomunicazioni e della società dell’informazione, che si svolge ogni anno il 17 maggio .

Questa giornata è stata l’occasione per i partecipanti di affrontare diversi temi tra cui “Le tendenze attuali nell’innovazione digitale su scala globale e il suo impatto sullo sviluppo sostenibile”, “Integrazione delle tecnologie digitali per affrontare le sfide dello sviluppo sostenibile” e “Tecnologie emergenti e impatto ambientale”.

-

NEXT La Grosse Journe Recycleries (ex sito di segheria) Moustey