Lekjaa, Rocha e Gomes presentano la candidatura Marocco-Portogallo-Spagna al 74° Congresso FIFA

Lekjaa, Rocha e Gomes presentano la candidatura Marocco-Portogallo-Spagna al 74° Congresso FIFA
Lekjaa, Rocha e Gomes presentano la candidatura Marocco-Portogallo-Spagna al 74° Congresso FIFA
-

In occasione del 74esimo Congresso della FIFA, che si terrà venerdì 17 maggio in Thailandia, i presidenti delle federazioni marocchina, spagnola e portoghese hanno parlato dei Mondiali 2030.

Faouzi Lekjaa, Pedro Rocha e Fernando Gomes, presidenti delle federazioni calcistiche marocchina, spagnola e portoghese, saranno presenti al 74° Congresso della FIFA, in programma questo venerdì a Bangkok. In questa occasione, i tre leader hanno parlato dei Mondiali 2030 e spiegato nel dettaglio il loro progetto di coorganizzazione tra Marocco, Portogallo e Spagna.

Il presidente della FRMF, Faouzi Lekjaa, ha innanzitutto espresso il suo orgoglio di essere presente al 74esimo Congresso della FIFA: “È un onore e un privilegio per noi essere qui in questo magnifico paese che è la Thailandia, dove si riunisce la famiglia del calcio mondiale per il 74esimo Congresso FIFA”, prima di aggiungere: “Questa è un’opportunità eccezionale per noi, insieme ai nostri partner portoghesi e spagnoli, per presentare la visione e i pilastri del nostro tentativo di ospitare la Coppa del Mondo FIFA 2030, che speriamo sia sostenibile, inclusiva , innovativo e prospero.

“La nostra candidatura è quella dell’Africa e dell’intero mondo arabo, oltre che dell’Europa. Siamo onorati di poter accogliere il mondo, di riceverlo e di celebrare la nostra unità e la ricchezza della nostra diversità, in particolare nel nuovo stadio di Casablanca”, ha concluso.

Pedro Rocha, presidente della federazione spagnola, dal canto suo ha sottolineato che “partecipare a un Congresso FIFA è sempre motivo di orgoglio, tanto più quando speriamo di avere l’opportunità di spiegare ad altri il nostro progetto per la Coppa del Mondo FIFA 2030 federazioni. Stiamo lavorando affinché la candidatura di Marocco, Portogallo e Spagna presenti un dossier solido, il migliore della storia. Prima di aggiungere: “La lingua spagnola unisce 463 milioni di madrelingua in tutto il mondo, senza riguardo alle frontiere. Proprio come il calcio, una passione senza limiti geografici. Con questo Mondiale vogliamo offrire un’eredità per il calcio che si estende in tutto il mondo e dura nel tempo.

È intervenuto anche il presidente della Federcalcio portoghese, Fernando Gomes, che ha sottolineato: “A Bangkok per partecipare al 74esimo Congresso della FIFA, con la delegazione della candidatura per i Mondiali del 2030. Una candidatura sostenuta da tre paesi e due continenti avviene per la prima volta nella storia della competizione. Ma in realtà si tratta di una candidatura che trascende la geografia di soli due continenti! È una candidatura di tutti i paesi di lingua portoghese. Sia in America Latina, Africa o Oceania. È una candidatura di tutte le comunità portoghesi sparse nel mondo!”

Si ricorda che mercoledì, in vista del 74esimo Congresso di Bangkok, il consiglio dell’organo di governo del calcio mondiale ha deciso di lanciare la prima Coppa del Mondo femminile per club di calcio, prevista per gennaio-febbraio 2026.

#Maroc

-

PREV La Nuova Scozia dispone di dati scarsi sugli assistenti sociali
NEXT “un grosso disagio per il mondo economico”