Trasporto pubblico | Ottawa chiude la porta all’avanzamento dei finanziamenti

Trasporto pubblico | Ottawa chiude la porta all’avanzamento dei finanziamenti
Trasporto pubblico | Ottawa chiude la porta all’avanzamento dei finanziamenti
-

(Québec) Il governo federale dice no alla richiesta dei comuni e del governo CAQ di portare avanti un programma di investimenti nei trasporti pubblici previsto per il 2026.



Aggiornato ieri alle 17:15.

Patrizio Bergeron

La stampa canadese

Ottawa sta già mettendo i soldi sul tavolo e spetta alle province e alle città portare a compimento i progetti, ha affermato mercoledì il primo ministro Justin Trudeau.

La settimana scorsa, il ministro dei Trasporti, Geneviève Guilbault, ha deplorato la mancanza di fonti di finanziamento federale dopo la fine di un programma di investimenti nel 2023.

Anche il presidente dell’Unione dei Comuni del Quebec, Martin Damphousse, ha chiesto a Ottawa di fare di più.

In una conferenza stampa in Quebec, Trudeau da parte sua ha suggerito che non è necessario anticipare il programma di investimenti previsto per il 2026.

Egli ha indicato che una dotazione di tre miliardi di dollari viene già assegnata ogni anno al Paese per i trasporti pubblici, ancor prima che il programma chiamato Fondo Permanente per i Trasporti Pubblici, anch’esso dotato di 3 miliardi all’anno, entri in vigore nel 2026.

“Stiamo (già) facendo questi investimenti”, ha detto.

Non è qualcosa che inizierà nel 2026, è qualcosa che inizierà ad essere permanente dal 2026.

Justin Trudeau, primo ministro canadese

Ha citato come esempio il finanziamento federale di 1,4 miliardi già concesso al progetto della tramvia del Quebec, che proveniva dalla dotazione già esistente di 3 miliardi all’anno. Il progetto è però congelato in attesa della proposta che CDPQ-Infra presenterà a giugno.

Trudeau suggerisce che le province e i comuni completino i progetti prima di richiedere altri fondi.

“Ci aspettiamo che questa partnership con la Provincia, con le città, sia forte per poter portare a termine grandi investimenti per i cittadini. »

Una fonte federale vicina alla questione ha indicato a The Canadian Press che l’attuale dotazione aveva già permesso di finanziare i grandi progetti proposti dalle province e che eravamo praticamente alla fine dell’elenco dei progetti, da qui l’intervallo di tempo previsto per 2026 per stanziare una dotazione permanente di 3 miliardi all’anno.

Ottawa vuole che le province possano prima scegliere di dare priorità ai progetti e anche finalizzare quelli che dovrebbero essere finalizzati.

Durante un vertice UMQ sui trasporti pubblici lo scorso venerdì, Mr.Me Guilbault, da parte sua, ha deplorato il fatto che non esista un programma federale di investimenti nei trasporti pubblici tra il 2023 e il 2026.

“Ecco perché vorremmo che un programma federale venisse portato avanti, perché abbiamo un gap durante il quale non abbiamo fonti di finanziamento federali”, ha dichiarato.

Da parte sua, il presidente dell’UMQ, Damphousse, si è rivolto a Ottawa.

“Onestamente non dobbiamo trascurarlo, il governo federale ha una responsabilità importante”, ha affermato.

“Il governo federale deve svolgere un ruolo guida nello sviluppo dei trasporti pubblici in Quebec. Li interrogheremo, statene certi. »

-

PREV la destra denuncia i “risultati catastrofici” degli ecologisti di Lione
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News