Inciviltà e intimidazione nei consigli comunali: “Gli eletti hanno una sorta di immunità”

Inciviltà e intimidazione nei consigli comunali: “Gli eletti hanno una sorta di immunità”
Inciviltà e intimidazione nei consigli comunali: “Gli eletti hanno una sorta di immunità”
-

Il Quebec dovrebbe dare più strumenti agli eletti municipali per combattere l’inciviltà che si è insinuata nei consigli comunali, sostiene il sindaco di Sainte-Anne-des-Lacs, Catherine Hamé.

Sono state le dimissioni del sindaco di Gatineau, France Bélisle, a spingerla a parlare pubblicamente. Quest’ultima aveva giustificato la sua partenza con il clima tossico che regnava nel suo consiglio comunale. Queste situazioni difficili sono state denunciate da molti sindaci in tutta la provincia.

“L’inciviltà e il comportamento inappropriato impediscono il buon funzionamento di una buona democrazia municipale”, ha dichiarato l’eletto in un’intervista a TVA Nouvelles.

Quest’ultimo chiede più ricorso per reprimere i consiglieri che rovinano la vita di un consiglio comunale.

“I funzionari eletti godono di una sorta di immunità”, ha spiegato la Hamé in un’intervista a TVA Nouvelles. Abbiamo la commissione comunale. Il problema è che il processo è molto laborioso […] poi, spesso, le conseguenze sono una multa o una sospensione di un mese e l’individuo che crea un ambiente di lavoro tossico torna e riprende il proprio lavoro”.

“La mia posizione è che è giunto il momento di trattare i funzionari eletti municipali, nel quadro dei loro rapporti di lavoro, come lavoratori e che le conseguenze per comportamenti incivili o inappropriati siano allo stesso livello di qualsiasi altro luogo di lavoro”, ha aggiunto.

Guarda l’intervista completa nel video qui sopra

#Canada

-

PREV L’Ambasciata del Marocco a Washington celebra la Giornata dell’Africa
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News