Incendi a Manitoba: “nessuna data di rientro prevista per gli sfollati” | Incendi boschivi in ​​Canada

Incendi a Manitoba: “nessuna data di rientro prevista per gli sfollati” | Incendi boschivi in ​​Canada
Incendi a Manitoba: “nessuna data di rientro prevista per gli sfollati” | Incendi boschivi in ​​Canada
-

Gli incendi nel nord del Manitoba hanno causato l’evacuazione di quasi 580 residenti di Cranberry Portage alla fine della scorsa settimana. Tuttavia, non sappiamo ancora quando queste persone potrebbero tornare alle loro case, a seconda della provincia.

Al momento non è prevista una data di rientro per gli sfollatiindica il governo provinciale.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Colonne di fumo degli incendi si innalzano sopra la foresta settentrionale del Manitoba vicino a Cranberry Portage.

Foto: Radio-Canada / Justin Fraser

Le autorità provinciali chiedono ai residenti vicini all’incendio di prendere precauzioni per proteggersi dall’inalazione di fumi nocivi. In particolare devono limitare le attività all’aperto e restare in casa con finestre e porte chiuse.

La provincia dice che i vigili del fuoco continuano a combattere gli incendi nel Flin Flon e Il Pas.

La siccità e i forti venti stanno causando un comportamento estremo degli incendi nella regioneafferma la Giunta provinciale.

Inizio del widget. Saltare il widget?

Fine del widget. Tornare all’inizio del widget?

Il direttore del Programma di prevenzione degli incendi del Manitoba, Earl Simmons, si dice soddisfatto del lavoro svolto dalle squadre dei vigili del fuoco.

Spero che entro la fine della settimana riusciremo a riportare la gente a Cranberry Portagelui dice.

Aggiunge che martedì gli equipaggi della Manitoba Hydro sono riusciti a ripristinare l’energia elettrica a Cranberry Portage e che anche la Bell MTS ha ripristinato tutti i suoi servizi nell’area.

Alain Lachapelle vive a Flin Flon da oltre 11 anni. Particolarmente dura, spiega, è stata la perdita dei servizi di comunicazione, durata diversi giorni.

Ha affermato che tutte le comunicazioni sono andate perse, compreso l’accesso a Internet e la possibilità di utilizzare i servizi bancari online.

Non c’era comunicazione, non c’era niente. Non si poteva pagare con carte di debito, tutti i pagamenti dovevano essere effettuati in contantidice Alain Lachapelle, in un’intervista al programma radiofonico Il 6 ha 9Mercoledì mattina.

Lo stress più grande è sapere esattamente cosa sta succedendo.

Una citazione da Alain Lachapelle, residente a Flin Flon

Alain Lachapelle aggiunge che è la prima volta che gli accade una cosa del genere da quando vive a Flin Flon. Ma dice che avere un piano di emergenza lo ha aiutato a mantenere la calma.

contanti a casa, per essere sicuro che la mia macchina sia piena di benzina. Mettiamo sul frigo una lista con le cose da portare se dobbiamo partire”,”testo”:”Mi ha svegliato un po’ per avere un programma, per avere un po’ di soldi a casa, per essere sicuro che la mia macchina è pieno di gas. Mettiamo sul mio frigo una lista con le cose da portare se dobbiamo partire”}}”>Mi ha svegliato un po’ per avere un piano, per avere un po’ contanti a casa, per assicurarmi che la mia macchina sia piena di benzina. Mettiamo sul mio frigo una lista con le cose da portare se dobbiamo partire.testimonia.

È ancora un incendio enorme.

A mercoledì l’incendio copre ancora un’area di circa 31.600 ettari, ovvero 316 chilometri quadrati.

Secondo le ultime informazioni fornite dalla provincia, l’incendio si trova a circa 1,5 chilometri da Cranberry Portage.

Non voglio che le persone abbiano un falso senso di sicurezza. È pur sempre un incendio gigantesco. Ci vorrà molto lavoroprecisa il signor Simmons.

Conferma che le squadre dei vigili del fuoco dell’Ontario sono arrivate a Manitoba per aiutare a combattere le fiamme. Precisa che 40 persone provenienti dal Quebec e dal Nuovo Brunswick si uniranno alle squadre durante la settimana.

Questo incendio si è comportato in modo insolito ed eravamo molto preoccupati per la comunità, aggiunge il signor Simmons. Sostiene, tuttavia, che le autorità lo sono soddisfatto che non vi sia alcun rischio di incendio all’interno della comunità di Cranberry Portage.

Il signor Simmons indica che la decisione relativa al ritorno degli sfollati nelle loro comunità sarà presa una volta che la situazione sarà più sicura.

Con informazioni di Darren Bernhardt e Patricia Bitu Tshikudi

-

PREV Sulle rive della Fontana di Cesare si coltiva l’amicizia transfrontaliera
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News