Manitoba: sequestrati 68 cani che vivevano in “condizioni orribili” a Winnipeg

Manitoba: sequestrati 68 cani che vivevano in “condizioni orribili” a Winnipeg
Manitoba: sequestrati 68 cani che vivevano in “condizioni orribili” a Winnipeg
-

Ben 68 cani che vivevano in “condizioni orribili” in una casa di Winnipeg sono stati salvati mercoledì e curati dagli agenti dei servizi per animali.

“Erano semplicemente molto tristi le condizioni generali. È semplicemente inaccettabile e orribile per gli animali, e ancora di più per gli esseri umani, vivere in tali condizioni”, ha lamentato il direttore generale dell’Animal Services Agency, Leland Gordon, in una conferenza stampa, secondo Global News.

Mercoledì, la polizia di Winnipeg ha chiamato i servizi per gli animali in una residenza nel quartiere di Richmond West dove dozzine di cani erano in condizioni terribili.

“I cani soffrono di una varietà di problemi di salute, comprese le condizioni degli occhi. Molti di loro avevano escrementi nel pelo”, ha continuato il signor Gordon, citato dalla rete Global.

I cani sono stati affidati all’organizzazione per la protezione degli animali Winnipeg Humane Society per ricovero e cure, mentre la polizia, che sta continuando le indagini, al momento non ha formulato alcuna accusa.

Il direttore dell’organizzazione, Jessica Miller, ha detto che il rifugio è sovraffollato e ritiene che molti cani potrebbero costare più di 150.000 dollari, incoraggiando il pubblico a fare donazioni a un fondo di emergenza sul sito web del rifugio.

-

PREV Nuit Blanche 2024: Arrivo celeste, la processione in tre tappe sull’Isola dei Cigni
NEXT Francia U20: Alan Virginius (LOSC) selezionato per il Torneo Maurice Revello