Gérald Darmanin afferma che i giorni degli agenti feriti “non sono più in pericolo”

Gérald Darmanin afferma che i giorni degli agenti feriti “non sono più in pericolo”
Gérald Darmanin afferma che i giorni degli agenti feriti “non sono più in pericolo”
-

Il ministro degli Interni ha portato giovedì 16 maggio notizie rassicuranti sullo stato di salute degli agenti penitenziari feriti durante l’attacco al loro furgone due giorni prima all’Eure.

“Capisco che continuano a essere curati ma che le loro vite non sono più in pericolo”. Interrogato su France 2, il ministro degli Interni ha portato giovedì 16 maggio notizie incoraggianti sullo stato di salute degli agenti penitenziari gravemente feriti durante l’attacco mortale al loro furgone questo martedì all’Eure.

Tre uomini sono stati ricoverati in ospedale dopo l’attacco. Uno di questi è stato trasportato all’ospedale universitario di Rouen, un altro al centro ospedaliero Eure-Seine di Évreux, secondo le informazioni della BFM Normandie. L’ubicazione del terzo e ultimo agente non è stata formalmente confermata.

Arteria femorale interessata

Secondo le informazioni di BFMTV, l’agente ferito più gravemente era stato colpito all’arteria femorale – il principale vaso sanguigno della coscia – e da mercoledì sera i medici tentavano di farlo uscire dal coma artificiale in cui era stato messo. .

Secondo una fonte sindacale, l’uomo, 55 anni e padre di due bambini, è riuscito a scambiare qualche parola con la moglie e i medici sono riusciti a salvargli anche la gamba.

Gli altri due colleghi, uno gravemente affetto e l’altro più lievemente, sono entrambi padri. Quest’ultimo era già fuori pericolo mercoledì sera, ha appreso il BFM Normandie.

I tre uomini restano attualmente ricoverati in ospedale.

I più letti

#French

-

PREV Ginevra: i prestiti Covid sono un calice avvelenato?
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News