Dal piccolo porto della Vandea, Beneteau ha conquistato il mondo

Dal piccolo porto della Vandea, Beneteau ha conquistato il mondo
Dal piccolo porto della Vandea, Beneteau ha conquistato il mondo
-

2024, Saint-Gilles-Croix-de-Vie, in Vandea. L’attrito delle sartie sugli alberi delle barche a vela risuona nel porto. Tra le mille imbarcazioni, a vela e a motore, che vi sono ormeggiate, molte provengono dai cantieri del Gruppo Beneteau. È proprio a pochi metri da questi pontili che, 140 anni fa, inizia la storia dell’azienda costruttrice di barche, oggi leader mondiale.

1884, quai des Greniers, a Croix-de-Vie. Benjamin Bénéteau, architetto navale di 25 anni, nato a Saint-Gilles, si trasferì lì per costruire la sua prima barca da pesca a vela in legno. Molto velocemente, lui vuole innovare. “Aveva una mente molto aperta e gli sembrava ovvio che domani le barche sarebbero state motorizzate”, dice Annette Roux, sua nipote, che ha gestito l’azienda per 40 anni. Si oppone ai pescatori che non vogliono questa nuova tecnologia, temendo che il rumore del motore spaventi i pesci. Dopo un mese di conflitto la situazione si calmò e Benjamin continuò la sua attività fino al 1928….

#French

-

PREV 7 attività da scoprire durante la Notte Europea dei Musei dell’Aube
NEXT a Mont-de-Marsan, assicuriamo che siamo “pronti a bloccare tutto”