Rue d’Aubagne: quale progetto riempirà il “dente cavo” nel 2025?

Rue d’Aubagne: quale progetto riempirà il “dente cavo” nel 2025?
Descriptive text here
-

La ferita aperta, nel cuore del centro di Marsiglia, questo dente cavo che ricorda a tutti la tragedia che lo ha trafitto il 5 novembre 2018, sarà presto guarito. A più di cinque anni dai crolli che costarono la vita a otto persone, architetti, tecnici, funzionari eletti e familiari delle vittime hanno presentato ieri l’attesissimo progetto che riempirà i numeri 63, 65 e 67 di rue d’Aubagne.

Dove i nostri figli hanno lasciato ciò che hanno di più caro, la loro vita, ci saranno le risate dei bambini. Con questo luogo la vita deve riprendere, deve continuare. Siamo pronti a vedere rinascere un punto d’incontro dalla nostra tragedia“, esordiscono commossi i coniugi Carpignano in video dall’Italia, genitori di Simona, morta durante il dramma in rue d’Aubagne. Un luogo”risorse“, pensato come un ricordo, un simbolo e una speranza, prima per le famiglie in lutto, poi per il quartiere ferito.”Questo spazio è quello che concentra tutta la nostra sofferenza, vederlo vuoto, freddo, è diventato insopportabile, lo evitiamo. È un luogo di tristezza, speriamo che diventi un luogo di nuovi inizi per tutti, che sia un’opportunità per creare nuovi ricordi“, traduce anche Linda Larbi, cugina di Chérif Zemar, una delle vittime.

#French

-

PREV In bicicletta dagli Champs-Elysées a Roubaix senza lasciare Friburgo
NEXT La Vallonia compie un ulteriore passo avanti verso il riconoscimento del gas rinnovabile