saccheggiata la casa di Chahinez Daoud, assassinata nel 2021 dall’ex coniuge

saccheggiata la casa di Chahinez Daoud, assassinata nel 2021 dall’ex coniuge
saccheggiata la casa di Chahinez Daoud, assassinata nel 2021 dall’ex coniuge
-

Chahinez Daoud e i suoi figli vivevano in una casa a Mérignac, che aveva affittato da un locatore sociale.
Marie-Hélène Hérouart / Le Figaro

Messa sotto sigillo dopo l’assassinio della giovane donna il 4 maggio 2021, la casa da lei affittata a Mérignac è ​​stata aperta alla sua famiglia e ai suoi figli tre anni dopo, il 7 maggio, affinché potessero raccogliere alcuni averi.

Le Figaro Bordeaux

Immolato davanti a casa sua dall’ex marito a Mérignac, il 4 maggio 2021, l’assassinio di Chahinez Daoud è stato vissuto come “un attacco” da alcuni dei suoi vicini. Tre anni dopo, il 7 maggio, i figli della vittima e i loro nonni hanno potuto accedere alla sua casa, che fino ad allora era stata sigillata. Un momento particolarmente doloroso per loro. “Ho pianto molto quando sono entrata a casa di mia figlia. Non è rimasto più nulla, tutto è stato rubato o rotto, tranne gli stracci. Non capisco perché ai bambini non sia stato permesso di riavere le loro cose e sono molto arrabbiata che le cose belle di mia figlia siano state rubate.”affidato a Figaro Djohar Daoud, la madre di Chahinez, molto amareggiata pochi giorni dopo questa visita. “La casa era saccheggiata, eravamo al buio: era cupo e disumano”conferma Anne Ruggerio, ex vicina di casa del defunto, che era con la famiglia il 7 maggio durante la visita.

«Ero malato quando sono entrato in questa casa, Melissa (Figlia di Chahinez Daoud, ndr), ha pianto. Sono crollato su un letto. Non capisco perché la casa non fosse protetta dai furti con scasso.”, continua la nonna addolorata. Messa sotto sigillo dopo i fatti, l’abitazione sociale affittata dalla vittima è stata infatti più volte visitata dai saccheggiatori. “Non era chiusa bene, la porta d’ingresso era barricata ma quella del garage (incendiato da Mounir Boutaa, ndr) era aperto. Un giorno abbiamo visto una zingara nel garage. Quando lo abbiamo interrogato, ha risposto che l’assassino gli doveva dei soldi (sic)”, confida Anne Rugerrio. Il residente afferma di aver denunciato questi passaggi alla polizia, come altri vicini. Angosciato da questa casa vuota e “non protetto” ricordandogli la tragedia, Anne Rugerrio e suo marito avevano scelto di trasferirsi, un anno dopo i fatti.

Contattati, la procura di Bordeaux e il locatore sociale Domo France hanno rifiutato di commentare. Secondo diverse fonti accreditate, i furti con scasso nelle case sigillate sono però rari e nel caso specifico le procedure sarebbero state rispettate.

Leggi ancheGironda: dopo l’omicidio dei genitori, due sorelle chiedono donazioni per assumere un investigatore privato

“Non c’è niente di sbagliato in questa storia”

Per i genitori di Chahinez Daoud, venuti a vivere in Francia per crescere i nipoti in Occidente come voleva il defunto, la delusione e la rabbia sono però immense. «Non conosco bene la legge francese, ma lo vedo con il cuore: non hanno protetto mia figlia e ora (lo stato della casa, ndr) si soffre ancora per i bambini. Niente sta andando bene in questa storia., deplora Djohar Daoud. Oltre alle parti della casa bruciate da Mounir Boutaa prima dell’assassinio di Chahinez Daoud, secondo la sua famiglia, ora nella casa devono essere eseguiti diversi lavori per diverse centinaia di migliaia di euro.

Sul posto, Hassan, il figlio maggiore di Chahinez Daoud, non ha trovato il computer che tanto desiderava recuperare. A Mélissa sono stati rubati i gioielli che il suo defunto padre le aveva regalato. Unica consolazione per la giovane: ritrovare il tappeto nella sua stanza e il trucco della madre, che una volta ripulito, potrà essere utilizzato. Alcuni effetti personali senza valore del defunto dovrebbero essere conservati anche da Djohar Daoud, che ne ha bisogno per andare avanti nel suo viaggio di lutto.

#France

-

PREV Antiquariato Chez Aïcha: il segreto ben custodito di Ville-Émard
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News