Con il cambiamento climatico, la vite continua a prosperare nella Manica

Con il cambiamento climatico, la vite continua a prosperare nella Manica
Con il cambiamento climatico, la vite continua a prosperare nella Manica
-

Di

Sebastiano Lucot

pubblicato su

16 maggio 2024 alle 6:48

Vedi le mie notizie
Segui La Presse de la Manche

In Normandia, dalla mela all’uva, il passo è solo uno. E non sarà Laure Sourdin, all’origine di questo progetto, a dirci il contrario.

Originaria di Brécey, ha acquisito all’inizio dell’estate 2023 con il suo socio, l’ex mulino Hyenville, situato sulle rive della Sienne e a due passi da un campo innestato, martedì 7 maggio, di 5.625 piante di vite.

Facendo questo mulino per il grano edificio industriale abbandonato un nuovo luogo di condivisione, soprattutto con il bel tempo, il quarantenne, dotato di a BTS agricoli – viticoltura ed enologia, lanciate per prime nella coltivazione del sidro per rifornirsi taverna del sidrosucco mela o anche pere

Uno studio geologico

Due anni fa, con un terreno acquistato intorno a La Minoterie, 9 ettari di frutteti sono stati piantati. “In attesa che possano produrre adeguatamente, mi prestano, tramite un contratto d’uso, i frutteti per la mia produzione”, riferisce Laure.

La pazienza è una delle virtù di cui avrà bisogno. Dopo le mele, Laure ha intrapreso un nuovo progetto, quello del vino.

Dopo le poche viti piantate nel Canale Sudcome a Genêts, Saint-Jean-de-la-Haize vicino ad Avranches, o anche quelli di Barneville-Carteret nel 2021, è la volta di un terreno di un ettaro nel Centro-Manche, in pendio e rivolto verso sud, per produrre uva.

Pinot Nero e Gewurztraminer, un accenno all’Alsazia dove si è formato, ma anche una scelta di vitigni: “sono più resistenti di altri all’umidità”, assicura Jacques Folder, direttore di un’azienda specializzata in impianto di vigneti, direttamente dall’Hérault. “È raro che lavoriamo così lontano nel nord della Francia”, sorride, anche se ha già visitato – e tornerà presto – in Senna Marittima.

Video: attualmente su -

Più di 5.000 bottiglie in 4-5 anni

Vigneti in Normandia, una scommessa folle? Se l’aumento delle temperature e il maggior soleggiamento estivo sono dovuti ai cambiamenti climatici e possono dar luogo ad uno spostamento più a nord delle colture viticole, è soprattutto rilassamento del La legislazione europea nel 2016 che ha cambiato il campo delle possibilità. “È una manna dal cielo. In precedenza non potevamo produrre vini senza indicazione geografica (senza AOC o IGP). Adesso sì”, spiega Laure Sourdin.

Più di 5.000 piante quest’anno, poco più di 4.000 l’anno prossimo… Dopo uno studio geologico per determinare la scelta del terreno “limo in superficie e scisto pieno di piccoli ciottoli che consentono un drenaggio soddisfacente” – questo amante di viticoltura, agricoltura vecchio di più di ottomila anni, intende valorizzare un altro vitigno a bacca bianca, lo Chenin.

Il gelo e l’umidità sono due delle principali piaghe della professione negli ultimi anni. Sostenendo il biologico, Laure non dovrà fare affidamento su alcun prodotto fitosanitario. “Zolfo, rame e oli essenziali…”, spiega. Questi trattamenti ecologici di contatto hanno però un inconveniente: “Appena piove viene dilavato tutto e non fa più alcun effetto. Da qui l’interesse a diversificare, io con la coltivazione del sidro. »

Una scommessa rischiosa in Normandia, sapendo che avrebbe dovuto pagare 30.000 euro per un ettaro, 30.000 euro ancora l’anno prossimo. In caso di successo, entro quattro o cinque anni, sarà più di 5.000 bottiglies che dovrebbe uscire dal suo laboratorio, per essere presto installato nel suo vecchio mulino a Hyenville, La Minoterie.

La Minoterie, Quettreville-sur-Sienne. Dall’8 maggio al 7 luglio aperto venerdì, sabato e festivi dalle 16:30 alle 22:00; Domenica (quando il tempo è bello) dalle 16:30 alle 21:00. Dal 10 luglio al 1 settembre: dal mercoledì al venerdì dalle 16:30 alle 22:00; sabato dalle 12:00 alle 23:00; Domenica dalle 12:00 alle 21:00 Informazioni sul sito: laminoterie.com.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV La doccia tiepida di Patrick Scalabrini
NEXT Courtepin: Prevista una riduzione delle tasse