Pont-de-Salars. Una panetteria in corsa per il miglior panino di Francia

Pont-de-Salars. Una panetteria in corsa per il miglior panino di Francia
Pont-de-Salars. Una panetteria in corsa per il miglior panino di Francia
-

“Dai tempi del Covid lo snacking ha preso un posto sempre più importante nelle panetterie, sta diventando addirittura una priorità”, spiega Yoann Roumieux, direttore della sua panetteria e pasticceria a Pont-de-Salars. Per chi non ha tempo o voglia di andare al ristorante, il gestore propone quattro panini diversi, che variano a seconda delle stagioni.

Una parte del suo lavoro che ha voluto mettere in risalto, insieme al suo team. Tra i dieci dipendenti dell’azienda, Étienne Bordet, responsabile degli snack, rappresenterà la panetteria e pasticceria Yoann Roumieux nel primo concorso nazionale per il miglior panino, durante la Festa del Pane, oggi, davanti alla Cattedrale di Notre-Dame, a Parigi. Un concorso che mira a dimostrare che il panino è un must nelle panetterie e pasticcerie francesi.

“Portare valore aggiunto al negozio”

Per Yoann Roumieux, “l’obiettivo è portare valore aggiunto al negozio. È importante differenziarci dalle catene, per questo selezioniamo buoni prodotti: pollame francese, pane croccante, cambiamo, vendiamo in quantità limitate per la qualità fresca… Étienne è un elemento molto importante per l’azienda”.

Étienne Bordet, originario dell’Aude, è responsabile della divisione snack da un anno e mezzo. È stata la sua esperienza nella pasticceria e nella ristorazione, come cuoco, a conquistare Yoann Roumieux. Dopo essere arrivato secondo nella sezione regionale, a Rivesaltes, a marzo, partecipazione alla quale il 34enne non si era preparato, Étienne Bordet è ora un po’ stressato.

Tra i 15 partecipanti proporrà tre prodotti: un sandwich ai frutti di mare ispirato alla poke bowl asiatica con pesce crudo marinato e un mix di frutta e verdura cruda, un sandwich vegetariano con morbida millefoglie di pane con due strati di guarnito con ciliegie e scalogno all’aceto balsamico, insalata, batavia, carote Vichy, formaggio Comté, cavolo rosso, pomodorini secchi e nocciole tostate glassate e panino con carne a sorpresa. Il lavoro di squadra soprattutto. Hanno partecipato tutti i dipendenti del panificio e della pasticceria : degustazioni, idee, opinioni… Vogliamo mostrare qualcosa di raffinato, diverso dall’ordinario.” Le sue aspettative: Perché non salire sul podio, diamo il massimo, ci regala un’esperienza e vedremo dove ci porterà .

-

PREV Fort Queyras ha aperto le sue porte
NEXT Una nuova boutique di abiti da sposa apre in questo villaggio della Val-d’Oise