SelectUSA 2024. Una porta aperta sul famoso ‘sogno americano’

SelectUSA 2024. Una porta aperta sul famoso ‘sogno americano’
SelectUSA 2024. Una porta aperta sul famoso ‘sogno americano’
-

A poco più di un mese dalla decima edizione del “SelectUSA Investment Summit 2024”, il Console Generale degli Stati Uniti a Casablanca, Marissa Scott, ha tenuto una conferenza stampa martedì 14 maggio al Dar America di Casablanca, per dimostrare chiaramente l’interesse di questo evento ai leader aziendali e anche agli startupper marocchini.

È stato a margine di questa conferenza che il diplomatico ha rilasciato l’intervista in apertura di questo articolo a L’Observateur du Maroc, Pouvoirs d’Afrique e Powers of Africa. Insiste, come ha fatto durante la conferenza, sulla necessità che gli imprenditori, donne e uomini marocchini, scoprano l’immenso mercato americano, di 332 milioni di consumatori, entrando dalla porta di SelectUSA. Saranno rappresentati tutti i 50 stati americani. Tutti verranno a mostrare i vantaggi che offrono per attirare gli investitori. “Iniziare con la conquista del mercato di uno di questi stati è il modo migliore per gli esportatori e gli investitori marocchini di spingersi oltre sul mercato americano”, consiglia Marissa Scott, confermando che l’immensità di questo mercato potrebbe essere dissuasiva a prima vista.

“C’è spazio per tutti”, assicura Shakir Farsakh. L’addetto commerciale senior del Consolato sottolinea che le aziende di tutte le dimensioni, comprese le startup, hanno un posto in SelectUSA. Questo evento ha contribuito a generare più di 200 miliardi di dollari in investimenti confermati, secondo i dati ufficiali forniti alla conferenza. Secondo la stessa fonte, più di 10.000 clienti unici sono stati supportati nei loro sforzi lo scorso anno grazie a SelectUSA.

Alcuni investitori marocchini hanno già messo piede negli Usa. Il loro numero non è stato precisato, ma il loro successo dimostra che il sogno americano è accessibile agli imprenditori marocchini. Anche gli esportatori, soprattutto di agrumi e di prodotti artigianali, hanno conquistato con successo il mercato americano.

“Il Marocco è l’unico Paese africano ad avere un accordo di libero scambio con gli Stati Uniti”, ha ricordato il console generale, sottolineando che le relazioni commerciali bilaterali hanno registrato una tendenza al rialzo in termini di volume e diversificazione. Lo dimostra la cifra record di oltre 7 miliardi di dollari realizzati nel 2023, secondo l’Ufficio marocchino dei cambi. “Oggi, il vertice è un altro catalizzatore per rafforzare ulteriormente i legami commerciali duraturi tra le nostre due nazioni”, ha affermato.

Sul piano istituzionale, il Console ha annunciato la partecipazione a SelectUSA del Ministro delegato agli Investimenti, alla Convergenza e alla Valutazione delle politiche pubbliche. Il diplomatico ritiene che gli scambi previsti tra Mohcine Jazouli e ministri, funzionari e imprenditori americani potrebbero aprire nuove strade nella partnership marocchino-americana. “Una partnership vantaggiosa per tutti”, assicura dopo aver ricordato che più di 150 aziende americane operano già in Marocco.

Marissa Scott ama il Marocco e i suoi occhi si illuminano quando ne parla. Basandosi sulla propria conoscenza del Paese, che ha scoperto vent’anni fa prima di tornare ad assumere le sue funzioni consolari nove mesi fa, dice di essere colpita dalle profonde trasformazioni che il regno ha subito, mettendo in evidenza gli effetti positivi del 2022 Coppa del Mondo e futura Coppa del Mondo 2030, descrive il Marocco come una storia di successo e invita gli imprenditori marocchini a venire a raccontarlo a SelectUSA.

SelectUSA Tech offre un programma rivolto a fondatrici, imprenditrici e dirigenti internazionali nel settore tecnologico, denominato Select Global Women in Tech (SGWIT), sottolinea il Consolato Generale nella sua comunicazione.

È stato inoltre chiarito che il programma SelectUSA Tech Startups aiuta le startup tecnologiche idonee che stanno sviluppando prodotti o servizi tecnologici innovativi e che pianificano di espandersi nel mercato americano nei prossimi 2 o 3 anni.

**articoli Correlati[13010]**

-

PREV Diocesi di Trois-Rivières: testimonianze che faranno piangere il giudice
NEXT A Parigi, un uomo ucciso a colpi di arma da fuoco vicino a un bar nel 20° arrondissement, quello che sappiamo