Yonne: gli agenti del carcere di Auxerre si sono mobilitati in seguito all’aggressione al loro collega dell’Eure

-

Dopo l’aggressione subita martedì dagli agenti dell’amministrazione penitenziaria dell’Eure, gli agenti del centro di custodia cautelare di Auxerre (Yonne) si sono mobilitati per esprimere il loro cordoglio, ma anche per parlare della mancanza di risorse. Due agenti dell’amministrazione penitenziaria hanno perso la vita e altri tre sono rimasti gravemente feriti durante un attentato al casello autostradale di Incarville, nell’Eure. L’incidente è avvenuto martedì 14 maggio durante il trasferimento del detenuto di nome Mohamed Amra tra Évreux e Rouen, in Normandia. Quest’ultimo è attualmente latitante e ricercato dalle autorità.

“La società si è evoluta più velocemente dell’istituzione penitenziaria

Samir Derouich, guardia carceraria di Auxerre, è ancora sotto shock per l’attacco. Le rivendicazioni”sono un po’ la stessa cosa” per tutti i centri di custodia cautelare. Per lui, “La società si è evoluta più velocemente dell’istituzione penitenziaria“Da anni gli agenti chiedono maggiori risorse, ma senza essere ascoltati.

“Siamo assistente sociale, infermiere e psicologo allo stesso tempo”

Per Samir Derouich, “la violenza è in aumento nella nostra società e dobbiamo capire che il carcere riunisce tutta questa violenza. Dobbiamo affrontare tutto questo odio“Un altro problema che incide sul lavoro degli agenti penitenziari: i problemi psichiatrici di alcuni detenuti.”Stiamo chiudendo i letti degli ospedali psichiatrici e queste persone, invece di ricevere cure adeguate, vengono affidate a noi. Oggi il lavoro del supervisore non è più lo stesso di prima. Non si tratta più soltanto di aprire o chiudere le porte. Siamo assistente sociale, infermiera e psicologa allo stesso tempo.e.”L’Assemblea nazionale ha annunciato il lancio di una missione “lampo””sui trasferimenti e sulle estrazioni dall’amministrazione penitenziaria”.

Gli agenti del centro di custodia cautelare di Auxerre si sono mobilitati mercoledì 15 maggio 2024 ©Radio Francia
Julie Tezkratt

#French

-

PREV Controlli stradali: Vaud stringe la vite sulla mobilità dolce
NEXT Inondazioni “nel momento peggiore per gli allevatori” nella Mosella