Diomaye incontrerà i presidenti delle quattordici (14) Camere di Commercio del Senegal

Diomaye incontrerà i presidenti delle quattordici (14) Camere di Commercio del Senegal
Diomaye incontrerà i presidenti delle quattordici (14) Camere di Commercio del Senegal
-

Mercoledì 15 maggio 2024 si è tenuto, come di consueto, il Consiglio dei ministri. Il Presidente della Repubblica, tra i tanti temi discussi durante la riunione, ha posto l’accento sul settore dell’artigianato, che è uno dei “motori della vita economica e sociale in Senegal”.

Il Capo dello Stato ha sottolineato che l’artigianato contribuisce allo sviluppo dell’apprendimento dei giovani e alla divulgazione del know-how nazionale. In questo senso, il presidente Diomaye ha chiesto al governo di accelerare le “riforme giuridiche e finanziarie necessarie per inserire l’artigianato nella dinamica della crescita economica endogena e dell’imprenditorialità nazionale che porta al progresso sociale”.

Per il Presidente della Repubblica, le politiche statali nel settore dell’artigianato e la conseguente strategia industriale devono inserirsi armonicamente nel “PROGETTO” di un Senegal sovrano, giusto e prospero. Inoltre, il Capo dello Stato ha informato il Consiglio che riceverà presto, insieme al Primo Ministro e al Ministro responsabile dell’artigianato, i presidenti delle quattordici (14) Camere di Commercio del Senegal.

Riferendosi alla questione della valorizzazione economica e sociale del nostro patrimonio culturale, il Capo dello Stato ha osservato che ciò implica in primo luogo la “promozione delle nostre lingue nazionali, dei nostri valori culturali, nonché della creazione letteraria e artistica”. Il Presidente della Repubblica, inoltre, sottolinea che il comunicato stampa “esalta il contributo di tutti i nostri artisti, uomini e donne di cultura alla stabilità sociale e all’influenza internazionale del Senegal”.

Bassirou Diomaye Faye, “primo protettore delle arti e delle lettere del Senegal in vista della Costituzione”, ha chiesto al governo di prestare particolare attenzione alle aspirazioni degli attori del settore culturale in tutte le sue componenti ma anche di garantire la capitalizzazione e lo sviluppo del settore letterario , espressione culturale e artistica su tutto il territorio nazionale.

Il Presidente della Repubblica è inoltre tornato sull’imperativo di salvaguardare edifici, edifici e siti storici su tutto il territorio nazionale, predisponendo un nuovo sistema di conservazione del patrimonio storico, la cui classificazione dovrà essere aggiornata e divulgata.

Ha chiesto la definizione consensuale con le parti interessate di una “agenda culturale nazionale coerente e controllata in grado di posizionare il Senegal come un vero polo culturale internazionale”.

-

PREV Cosa progetta Aawatif Hayar
NEXT Gasdotto Marocco-Nigeria: iniziano le cose serie