Tangeri: oltre 34 MDH per la protezione delle foreste urbane dagli incendi

Tangeri: oltre 34 MDH per la protezione delle foreste urbane dagli incendi
Tangeri: oltre 34 MDH per la protezione delle foreste urbane dagli incendi
-

Foresta Perdicaris a Tangeri. Credito: Agenzia Imaginium

Questo accordo, che copre gli anni 2024-2025, mira a preservare e proteggere le risorse forestali attuando un programma volto a rafforzare la protezione delle foreste di Donabo, Rmilate, Cap Spartel e Rahrah contro gli incendi.

Un budget di 34,6 milioni di dirham (MDH) è stato stanziato per finanziare un programma volto a migliorare e rafforzare la protezione delle foreste urbane nella città di Tangeri contro gli incendi.

Questo progetto, la cui gestione è assicurata dall’Agenzia per la Promozione e lo Sviluppo del Nord (APDN), sotto la supervisione della Wilaya della regione, è oggetto di un accordo multilaterale tra l’Agenzia Nazionale per l’Acqua e le Foreste ( 18 MDH), il Consiglio della regione Tangeri-Tétouan-Al Hoceima (8 MDH) e il comune di Tangeri (8,6 MDH), recentemente approvato dal Consiglio regionale.

Questo accordo, che copre gli anni 2024-2025, mira a preservare e proteggere le risorse forestali attuando un programma volto a rafforzare la protezione delle foreste di Donabo, Rmilate, Cap Spartel e Rahrah contro gli incendi.

Nell’ambito di questo progetto, 87 idranti saranno strategicamente installati nelle aree a rischio per consentire l’accesso immediato all’acqua in caso di incendio, saranno aperti 9 nuovi chilometri di sentieri per facilitare l’accesso delle squadre di intervento e delle attrezzature nelle aree forestali esposte a rischi di incendio, oltre alla manutenzione dei binari esistenti.

Si prevede inoltre l’installazione di una recinzione di oltre 1.500 metri per impedire ogni accesso non autorizzato e limitare attività potenzialmente pericolose, l’apertura di oltre 10.000 metri di trincee antincendio, con una larghezza compresa tra 20 e 70 metri, nonché l’ampliamento di alcune trincee esistenti fino a 50 metri su una distanza superiore a 3.100 metri.

Nell’ambito di tale accordo si prevede inoltre la riqualificazione di 50 ettari di foreste, attraverso interventi di pulizia degli alberi bruciati, disboscamento di piante erbacee ad alto fusto, rimboschimento delle aree bruciate e danneggiate per una superficie di circa 45 ettari, nonché la creazione di una zona cuscinetto attorno alle abitazioni su una superficie di oltre 11 ettari, al fine di ridurre i rischi materiali legati agli incendi.

©️ Copyright Pulse Media. Tutti i diritti riservati.
Vietata la riproduzione e la distribuzione (fotocopie, intranet, web, messaggistica, newsletter, strumenti di monitoraggio) senza autorizzazione scritta

-

PREV incomprensione dopo la morte di Grégory, 22 anni, denudato e picchiato a morte
NEXT Più rumore aereo di prima nel Vecchio Quebec?