Pasti a 1 euro nelle mense di tutte le scuole pubbliche della Loira Atlantica da settembre 2024

Pasti a 1 euro nelle mense di tutte le scuole pubbliche della Loira Atlantica da settembre 2024
Descriptive text here
-

Il dipartimento della Loira Atlantica applica una tariffa di solidarietà in tutte le mense universitarie pubbliche. Il prezzo del pasto sarà calcolato in base alle disponibilità delle famiglie. Da settembre 2024 sarà compreso tra 1 e 5,30 euro.

La mensa, per alcuni un brutto ricordo di pesce o di lingua di manzo con capperi, per altri la garanzia di mangiare equilibrato e in quantità sufficiente. In questo settore le disuguaglianze sociali sono evidenti.

Perché sono i figli delle famiglie più precarie che molto spesso non restano a scuola a pranzo. Il dipartimento della Loira Atlantica ha quindi deciso, introducendo nuovi prezzi, di permettere al maggior numero possibile di studenti universitari di poter mangiare tutti i giorni alla mensa.

Da 1 a 5,30 euro a pasto negli 83 college pubblici della Loira Atlantica a partire dal prossimo anno scolastico. La nuova modalità di tariffazione sarà basata sul quoziente familiare, più equa e automatizzata.

Il Dipartimento desidera contribuire a rimuovere la barriera finanziaria per le famiglie

Dipartimento della Loira Atlantica

In alcuni istituti universitari, meno di 4 studenti su 10 frequentano la mensa, con una media più alta per tutta la Loira Atlantica, pari a 8 su 10.

Per facilitare l’accesso ai pasti del pranzo, il Dipartimento proporrà quindi tariffe progressive a partire da 1 euro e con un limite massimo di 5,30 euro a pasto secondo una scala (9 rate), senza necessità di predisporre una cartella di aiuto sociale.

Il calcolo del prezzo è automatico. “Un prezzo interessante per un pasto equilibrato, vario e di qualità, preparato in loco dagli chef con prodotti freschi, biologici e locali”. Il costo residuo previsto di questa misura è stimato in oltre 1 milione all’anno per il Dipartimento.

Il pranzo è un momento di convivialità tra i giovani e il Dipartimento intende facilitare l’iscrizione alla mensa delle famiglie a basso reddito.

Michel Menardo

Presidente del dipartimento della Loira Atlantica

“Mangiare bene è una questione di salute pubblica e ogni studente deve poter restare a pranzo a scuola se lo desidera. Il costo di questo servizio pubblico non deve essere un peso per le famiglie, noi siamo molto attenti a questo stanno implementando un nuovo metodo di tariffazione, più equo e che sarà generalizzato all’inizio dell’anno scolastico 2024. aggiunge il socialista eletto.

Da settembre 2023 il Dipartimento sperimenta il pranzo per bambini da 1 euro in cinque istituti pubblici. I primi beneficiari? istituti nelle zone educative prioritarie. Prima della nuova tariffazione frequentava la mensa solo il 40% degli studenti.

Dopo la sperimentazione, tra l’inizio degli anni scolastici 2022 e 2023 si è osservato un aumento del numero dei mezza pensione del 21,5%.

Per un certo numero di bambini il pasto scolastico rappresenta l’unico pranzo completo, vario ed equilibrato della giornata.

In Francia, gli studenti provenienti da famiglie svantaggiate hanno la metà delle probabilità di mangiare in mensa rispetto agli studenti provenienti da famiglie benestanti.

Nella Loira Atlantica, durante l’anno scolastico 2020-2021, il 76% degli studenti delle scuole pubbliche erano in mezza pensione. Questa cifra è scesa al 53% nelle REP (Reti di istruzione prioritaria) e al 33% nelle REP+.

La mensa è una leva per ridurre le disuguaglianze sociali. Diversi studi internazionali lo dimostrano e più recentemente uno studio francese, realizzato a fine 2017 per il CNESCO (Centro Nazionale per lo Studio dei Sistemi Scolastici) afferma che “I pasti scolastici equilibrati migliorano la concentrazione in classe e consentono ai bambini di raggiungere migliori risultati accademici”.

“La pausa pranzo gioca un ruolo cruciale nella giornata di uno studente delle scuole medie; sulla sua salute con un apporto equilibrato, adatto alla sua età e alle sue esigenze, anche sociale con il piacere di condividere momenti fuori classe con i propri amici. È anche tra mezzogiorno e due che tante attività e laboratori vengono proposti ai giovani (cultura, arte, sport). nota il Dipartimento.

L’applicazione del prezzo di solidarietà nelle università pubbliche è una misura di punta dell’approccio “college diversità 2024” lanciato nell’aprile 2023.

Ogni anno, il Dipartimento finanzia un fondo universitario (700.000 euro nel 2024) che versa direttamente agli istituti universitari pubblici e privati ​​per alleviare alcune famiglie dai costi della mensa. Ma non tutti lo chiedono

Vincenzo Danis

Vicepresidente del dipartimento della Loira Atlantica, incaricato dell’educazione e delle politiche educative

“Per questo il Dipartimento si impegna a favore di una tariffazione sociale e solidale, basata sull’equità. Il nostro obiettivo: consentire a più bambini di mangiare bene e quindi di riuscire meglio a scuola. Questa è una misura essenziale per ridurre le disuguaglianze sociali”. sottolinea Vincent Danis, vicepresidente del dipartimento della Loira Atlantica responsabile dell’educazione e delle politiche educative.

Ogni anno vengono serviti 4,5 milioni di pasti scolastici. La comunità si è posta l’obiettivo di raggiungere entro il 2027 la soglia del 75% di prodotti biologici e locali nella composizione dei pasti.

Attualmente i pasti sono composti in media per il 21% da prodotti biologici e per il 31% da prodotti locali.

Nella Sarthe, i prezzi della ristorazione scolastica sono aumentati lo scorso gennaio. Il prezzo del pasto è aumentato all’inizio dell’anno scolastico da 3,70 euro a 3,95 euro, ovvero un aumento del 7%. Non cambia, invece, il prezzo per gli universitari con borsa di studio (3,05 euro). Questi prezzi, ridotti o meno, restano ben al di sotto del costo reale di un pasto per la comunità, ovvero 10,80 euro.

Dal 1° gennaio 2024, il Consiglio dipartimentale sperimenta la tariffazione a un euro per i tre college Rep+ (rete educativa prioritaria +) di Le Mans (Costa Gavras, Joséphine Baker e Alain Fournier). Il provvedimento riguarda tutti gli studenti che desiderano mangiare in mensa. Il suo impatto sarà valutato entro due anni.

A Mayenne, la tariffazione sociale è in vigore dall’inizio dell’anno scolastico 2023.

Trovaci sui nostri social network e su france.tv

-

PREV Quattro su quattro per la Svizzera – rts.ch
NEXT Vivere nel porto di Lorient: uno stile di vita (non proprio) come un altro