dopo l’attacco mortale a un furgone a Eure, blocco in corso nel centro di custodia cautelare

dopo l’attacco mortale a un furgone a Eure, blocco in corso nel centro di custodia cautelare
dopo l’attacco mortale a un furgone a Eure, blocco in corso nel centro di custodia cautelare
-

Emozione e dignità dominano questo mercoledì 15 maggio davanti all’ingresso del carcere penale di Lons-le-Saunier. Il giorno dopo l’attacco a un convoglio carcerario dell’Eure, avvenuto martedì mattina tardi, le guardie carcerarie si sono mobilitate per rendere omaggio alle vittime. Due guardie sono state uccise, altre tre ferite, dopo l’attacco di un commando pesantemente armato venuto a liberare un detenuto trasportato nel furgone.

Operazione “prigione morta”

Questa mattina presto è stato lanciato un blocco nel centro di custodia cautelare di Lons-le-Saunier. Una ventina di supervisori si sono riuniti davanti all’ingresso principale e hanno ricevuto la visita del prefetto del Giura, Serge Castel. “C’è una mobilitazione molto forte”, dice Yannick Michaud, segretario locale dell’Ufap-Unsa. Circa l’80-85% del personale partecipa e coloro che erano in servizio oggi hanno aderito al movimento di solidarietà. L’evento ha avuto un enorme impatto sulla professione e le carceri francesi hanno reagito. Da stamattina è una prigione morta, non c’è movimento all’interno”, ha aggiunto.

Le difficoltà e i pericoli della professione

In generale, i sindacalisti vogliono sottolineare le difficoltà e i pericoli posti dai trasferimenti di prigionieri. “C’è urgente bisogno di ridurre significativamente le estrazioni giudiziarie, sapendo che possono essere effettuate in videoconferenza dalle celle durante le udienze in tribunale. Più in generale, abbiamo bisogno di un cambiamento politico radicale a livello dell’amministrazione penitenziaria. Dobbiamo esserci per garantire la sicurezza dei cittadini, ma abbiamo difficoltà a garantire la nostra! », ha continuato Laurent Boitrand, vice segretario generale del sindacato Ufap-Unsa in Borgogna-Franca Contea. “C’è un grande disagio oggi. Siamo in lutto e l’emozione è forte”, ha aggiunto.

#French

-

PREV In Quebec mancano circa 3.000 farmacisti
NEXT Prima partita difficile per Caitlin Clark nella WNBA