I crescenti incendi in tutto il Canada occidentale stanno costringendo gli abitanti ad abbandonare le loro case – Canada News

I crescenti incendi in tutto il Canada occidentale stanno costringendo gli abitanti ad abbandonare le loro case – Canada News
I crescenti incendi in tutto il Canada occidentale stanno costringendo gli abitanti ad abbandonare le loro case – Canada News
-

Foto: James Cardinale Jr.

Il fumo degli incendi sopra Fort McMurray, Alta. il 14 maggio 2024.

Gli incendi hanno costretto migliaia di persone a lasciare diverse comunità nel Canada occidentale.

A Fort Nelson, BC, circa 4.700 persone sono fuori casa. Circa 6.600 residenti sono stati evacuati da alcune parti di Fort McMurray, Alta, mentre il resto della città rimane in allerta di evacuazione. E un incendio vicino a Cranberry Portage, Man., ha costretto a fuggire circa 500 residenti.

Ecco gli ultimi sviluppi:

AGGIORNAMENTO: 10:25

Jody Butz, il capo dei vigili del fuoco della regione di Fort McMurray, afferma che coloro a cui è stato detto di lasciare i quartieri evacuati potrebbero non essere in grado di tornare fino a martedì.

Dice che potrebbe anche essere più lungo.

Dice che circa 6.600 persone se ne sono andate e 650 si sono registrate nei centri di evacuazione di altre comunità.

Butz afferma che le squadre hanno installato degli irrigatori in due quartieri per rinforzare le difese antincendio.


AGGIORNAMENTO 10:05

Il BC Wildfire Service afferma che le condizioni rimangono insolitamente calde e secche in gran parte della provincia, aumentando il rischio che si sviluppino e si diffondano incendi.

Si dice che ci sia il rischio che raffiche di vento alimentino un comportamento aggressivo degli incendi nel nord nel corso della giornata, inclusa l’area di Fort Nelson, dove un incendio di 84 chilometri quadrati sta bruciando appena fuori città.

Il servizio afferma che la maggior parte degli incendi primaverili sono in genere causati dall’attività umana.

Si dice che ognuno debba fare la propria parte per evitare che si scateni un incendio.


AGGIORNAMENTO ORE 10.00

Questo pomeriggio è previsto un incontro pubblico informativo per gli sfollati dall’area di Fort Nelson, nel nord-est della Columbia Britannica, mentre un incendio brucia appena fuori città.

La municipalità regionale delle Northern Rockies afferma che l’incontro avrà luogo presso la North Peace Arena di Fort St. John.

Fort Nelson, una comunità di circa 4.700 abitanti, è sotto ordine di evacuazione da venerdì.

Il sindaco Rob Fraser ha esortato i residenti a non tornare alle loro case, dopo che l’RCMP ha dovuto spostare un posto di controllo di sicurezza fuori dalla comunità.

Fraser afferma che le squadre di emergenza devono concentrarsi sul proprio lavoro piuttosto che preoccuparsi dei residenti che tornano in pericolo. (modificato)


ORIGINALE 9:55

La premier dell’Alberta Danielle Smith dice che il suo pensiero va ai residenti di Fort McMurray che hanno dovuto lasciare le loro case otto anni dopo che un incendio noto come La Bestia ha devastato parti della città.

Tuttavia, Smith afferma che l’ordine di evacuazione che riguarda circa 6.000 residenti è necessario per la sicurezza pubblica.

Il ministro delle foreste e dei parchi Todd Loewen afferma che nella zona sono in vigore divieti sugli incendi e sui veicoli fuoristrada.

Dice che i venti violenti sono responsabili di spingere il fuoco vicino alla città.


AGGIORNAMENTO ORE 9:40

Il BC Wildfire Service afferma che gli incendi quest’anno hanno già bruciato più di 23.000 chilometri quadrati.

Questo è già sufficiente per collocare il 2024 al centro della classifica per quantità totali bruciate in interi anni a partire dal 2008.

L’anno scorso è stata bruciata una superficie record di 284.000 chilometri quadrati.

Il servizio antincendio afferma che ci sono 128 incendi attivi nella provincia, di cui 15 che stanno bruciando senza controllo.


AGGIORNAMENTO ORE 9:25

Diverse compagnie energetiche affermano che l’incendio che minaccia Fort McMurray, Alta, non rappresenta un rischio per le operazioni.

Suncor Energy, MEG Energy e Cenovus Energy affermano che stanno monitorando le loro operazioni.

Il portavoce della Suncor Leithan Slade afferma che alcuni dipendenti e appaltatori sono colpiti dall’evacuazione parziale di Fort McMurray e la loro sicurezza è una priorità assoluta.


AGGIORNAMENTO ORE 9:00

Il comune regionale di Wood Buffalo afferma che le squadre hanno lavorato fino alle 3 del mattino per gettare acqua sul fuoco vicino a Fort McMurray, Alta, che è cresciuto fino a raggiungere una superficie di 210 chilometri quadrati.

Si dice che le squadre stiano anche costruendo una linea di contenimento vicino alla discarica della città.

Il comune regionale afferma che la piccola pioggia caduta ieri sera dovrebbe avere un impatto minimo sull’incendio.

A Edmonton è stato aperto un centro di accoglienza per gli sfollati.


ORIGINALE 6:00

Migliaia di persone nel Canada occidentale rimangono sfollate dalle loro case a causa degli incendi che minacciano le loro comunità, innescando ordini di evacuazione e allarmi.

Nella Columbia Britannica, un’area in espansione intorno alla comunità nord-orientale di Fort Nelson è in fase di evacuazione, con l’incendio del Parker Lake che brucia nelle vicinanze e il più grande incendio di Patry Creek che infuria a nord-ovest.

Entrambi gli incendi sono elencati dal BC Wildfire Service come “incendi degni di nota”, con il lago Parker che misura 84 chilometri quadrati di superficie e l’incendio di Patry Creek che copre l’enorme estensione di 464 chilometri quadrati.

In Alberta, un incendio di 209 chilometri quadrati ha cacciato dalle loro case più di 6.600 residenti nel sud di Fort McMurray.

Nel 2016, un incendio simile ha distrutto gran parte della comunità delle sabbie bituminose e il suo recupero ha richiesto anni.

E appena a nord di Cranberry Portage, Man., un incendio fuori controllo che misura 316 chilometri quadrati ha costretto gli oltre 500 abitanti della zona a fuggire dalle loro case.

Le mutevoli condizioni degli incendi nel nord-est della Columbia Britannica hanno costretto l’RCMP a spostare uno dei suoi posti di controllo di sicurezza fuori Fort Nelson.

Il sindaco Rob Fraser ha lanciato un appello ai residenti affinché non tentino di tornare alle loro case durante l’assenza dei Mounties.

Dice che le squadre di emergenza devono concentrarsi sulla lotta agli incendi e non fare attenzione alle persone che cercano di tornare a casa quando non è ancora sicuro.

Per quanto riguarda coloro che lavorano per difendere la comunità dall’incendio, il direttore della Structure Protection Branch, Keving Delgarno, afferma che le squadre hanno potuto lavorare fino a mezzanotte circa, non fino all’alba, come è avvenuto ultimamente.

“Il comportamento del fuoco si è stabilizzato e non è stato così aggressivo.”

Dice che le previsioni per la regione continuano a sembrare favorevoli, il che aiuterà ulteriormente i loro sforzi.

Mentre il vicino incendio di Parker Lake è l’incendio che ha innescato l’evacuazione dell’area di Fort Nelson, lo specialista in comportamento degli incendi Ben Boghean afferma che l’incendio di Patry Creek, a circa 25 chilometri a nord della comunità, è cresciuto notevolmente all’inizio di questa settimana, alimentato da forti venti.

Osserva che, attualmente, non rappresenta lo stesso pericolo, ma che potrebbe cambiare rapidamente con il ritorno di forti venti e condizioni più secche.

-

PREV quattro uomini incriminati a Parigi
NEXT A Côtes-d’Armor, Anaïs e Romain allevano lombrichi in un vecchio porcile