Adrien Hortion: Dall’agricoltura all’animazione radiofonica su France Bleu Périgord

Adrien Hortion: Dall’agricoltura all’animazione radiofonica su France Bleu Périgord
Adrien Hortion: Dall’agricoltura all’animazione radiofonica su France Bleu Périgord
-

Adrien Hortion, bracciante agricolo di 34 anni di Beaumont-du-Périgord, prenderà le redini del suo spettacolo su France Bleu Périgord venerdì 17 maggio dalle 18:10 alle 18:30. Dopo aver vinto il casting organizzato durante il Festival della Radio a febbraio, Adrien si prepara a presentare “La scelta del France Bleu Périgord” con il suo ospite, il presidente dell’associazione Trèfle Gardonnais, per discutere dell’intrattenimento previsto in occasione del passaggio della fiamma olimpica a Bergerac.

L’avventura di un ascoltatore diventato conduttore

Adrien condivide la sua passione per la radio, spiegando che scandisce le sue mattine di lavoro. Curioso di scoprire il dietro le quinte, è entusiasta di questa opportunità unica di ospitare uno spettacolo. La sua immersione negli studi di France Bleu Périgord questo mercoledì 15 maggio gli ha permesso di scoprire la complessità tecnica dietro un programma radiofonico e Adrien ha anche intenzione di esplorare l’idea di farne la sua carriera se l’esperienza sarà decisiva.

Uno spettacolo sulla musica locale

Scegliendo di valorizzare il proprio territorio, Adrien invita il presidente di Trèfle Gardonnais per il suo spettacolo per discutere del ruolo dell’associazione nelle festività locali, e in particolare della sua partecipazione all’evento della fiamma olimpica del 22 maggio. Giusto punto per Adrien: attraverso questa scelta del soggetto dimostra il suo impegno nella promozione della cultura e delle iniziative locali, e questo è molto France Bleu Périgord!

Ci vediamo questo venerdì 17 maggio alla Choix de France Bleu Périgord, condotto da Adrien Hortion!

#France

-

PREV Savoia. Quali risultati per le società sportive di Chambéry questo fine settimana del 4 e 5 maggio?
NEXT Mosella. Il famoso dipinto di Courbet “L’origine del mondo” esposto al Centro Pompidou-Metz