Che impatto avranno le Olimpiadi quest’estate sul sistema di sicurezza del Finistère?

Che impatto avranno le Olimpiadi quest’estate sul sistema di sicurezza del Finistère?
Che impatto avranno le Olimpiadi quest’estate sul sistema di sicurezza del Finistère?
-

Di

Martine De Saint Jan

pubblicato su

15 maggio 2024 alle 18:15

Vedi le mie notizie
Seguire Côté Quimper

IL Giochi Olimpici di Parigi 2024 avrà ripercussioni sull’organizzazione delle forze di sicurezza nel Finistère durante l’estate, un periodo di grande attività in un dipartimento che riceve molti turisti e in cui vengono organizzati grandi assembramenti.

Il dipartimento non riceverà come di consueto rinforzi dalle forze mobili, “ma queste rappresentavano solo 38 gendarmi e 9 CRS nel 2023”, precisa Alain Espinasse, prefetto del Finistère.

Inoltre, il dipartimento deve fornire gendarmi e agenti di polizia per garantire la sicurezza degli eventi olimpici.

«Avremo però stanziate tante risorse quanto lo scorso anno, se non di più», assicura il prefetto.

Niente ferie per poliziotti e gendarmi

Indica che solo il 20% della forza lavoro sarà autorizzata a prendere ferie tra il 15 giugno e il 23 luglio e tra il 12 e il 31 agosto. “Ma durante il periodo rosso, dal 25 luglio all’11 agosto nessuno potrà prendere ferie. » Quale sarà il primo modo per compensare.

Inoltre, farà visita la Gendarmeria del Finistère 78 volontari della riserva operativa (rispetto a 66 nel 2023). “E abbiamo fatto uno sforzo di reclutamento: 25 nuovi agenti di polizia che hanno completato la formazione torneranno al loro incarico dal 1ehm giugno”, aggiunge il colonnello Charlotte Tournant, comandante del gruppo dipartimentale della gendarmeria.

Anche il personale proveniente dalle aree meno sovraccariche sarà ridistribuito verso la costa. Sette incarichi temporanei stagionali sarà aperto, ad esempio a Ouessant e Sein. La nuova brigata mobile dei Monts d’Arrée (6 gendarmi) entrerà in carica il 1ehm Luglio.

Video: attualmente su -

46 siti di balneazione sorvegliati

Alain Espinasse evidenzia le quattro priorità fissate per le forze di sicurezza per quest’estate:

  • pubblica sicurezza (lotta contro i rodei urbani e contro i furti in particolare),
  • sicurezza stradale (controlli antidroga, alcol),
  • gestione di festival e grandi raduni,
  • sorveglianza del nuoto.

Su quest’ultimo punto il prefetto ricorda il mare uccide in media 19 persone ogni anno nel Finistère. “Abbiamo 269 siti balneari, 46 saranno monitorati, come nel 2023, sia dai vigili del fuoco, sia dal SNSM, sia da altre associazioni. »

Un elicottero bombardiere d’acqua

Anche la lotta contro gli incendi boschivi è considerata una questione importante, dopo gli incendi dei Monti d’Arrée nel 2022. Il servizio dipartimentale di vigili del fuoco e di soccorso recluterà 36 vigili del fuoco stagionali. Potrà contare su un dispositivo di rilevamento a distanza degli incendi e sul noleggio di un elicottero bombardiere d’acqua, come nel 2023.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV una nuova scoperta di gas effettuata da Chariot – La Nouvelle Tribune
NEXT Le guardie carcerarie della Charente e della Charente-Maritime manifestano dopo l’attacco a un furgone della prigione