il prefetto dell’Orne insieme ai supervisori di Alençon

il prefetto dell’Orne insieme ai supervisori di Alençon
il prefetto dell’Orne insieme ai supervisori di Alençon
-

Il prefetto dell’Orne, Sébastien Jallet, si è recato nel carcere di Alençon – Condé-sur-Sarthe, mercoledì 15 maggio 2024, il giorno dopo l’attacco a un convoglio carcerario che costò la vita a due agenti e ne ferì altri tre a Eure. Ha dato il suo sostegno agli agenti mobilitati in questa giornata della “prigione morta”.

Sébastien Jallet, prefetto dell’Orne, è venuto a testimoniare “il suo sostegno” alle guardie del carcere di Alençon, all’indomani dell’attacco ad un convoglio carcerario che costò la vita a due agenti e ne ferì altri tre. “Sono qui per esprimervi il sostegno e la solidarietà dello Stato, delle istituzioni della Repubblica e anche della grande famiglia della sicurezza interna. Volevo dirvi in ​​queste circostanze particolarmente dolorose e rivoltanti che il nostro pensiero è rivolto ai vostri vigliacchi colleghi uccisi o feriti durante l’attentato di ieri, alla loro famiglia, al loro entourage, ai loro cari. Siamo al vostro fianco per rendere loro omaggio oggi.

Segui la nostra diretta streaming: Attentato al furgone del carcere: sospettati in fuga, rabbia davanti alle carceri

È stato poi rispettato da tutti i presenti un minuto di silenzio. Sono circa un centinaio a bloccare l’accesso allo stabilimento questo mercoledì 15 maggio 2024 dall’alba, in segno di rabbia dopo l’attacco a un convoglio carcerario a Eure.

-

PREV Il presidente senegalese ritiene possibile una riconciliazione tra i paesi del Sahel e l’ECOWAS
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News