Nuova variante COVID-19 dominante in Canada

Nuova variante COVID-19 dominante in Canada
Nuova variante COVID-19 dominante in Canada
-

Una nuova sottovariante COVID-19 è dominante in Canada, rappresentando poco più del 30% dei casi nel paese, ma gli esperti di malattie infettive affermano che non vi è alcun segno che possa evolvere in un’estate “allarmante”.

La nuova sottovariante, KP.2, non è in realtà nuova, è una “zuppa” di mutazioni che si sono accumulate, ha spiegato il dottor Tyson Graber, uno scienziato associato presso il CHEO Research Institute di Ottawa.

Omicron, la variante dell’onda di marea che si è diffusa alla fine del 2022, è il “genitore” di KP.2, che alla fine sostituirà JN.1, la variante Omicron dominante fino a questo punto.

“Se si considera l’impatto di ciascuna ondata nell’era Omicron, l’impatto è diventato progressivamente inferiore”, ha affermato il dottor Isaac Bogoch, medico e scienziato specializzato in malattie infettive presso l’University Health Network di Toronto.

“Ovviamente è presto e dobbiamo essere umili. Ma ci sono nuovi sintomi associati a questo? Non che lo sappiamo. Ci aspettiamo che ciò causi una massiccia ondata di COVID? Probabilmente no. Causerà un po’ di COVID? Assolutamente”, ha detto Bogoch.

Sui social media – con disprezzo di alcuni nella comunità scientifica – KP.2 viene anche chiamata variante FLiRT, un’abbreviazione di lettere che indicano mutazioni nella proteina spike.

Mentre la maggior parte dei sistemi di dati che un tempo monitoravano diligentemente la diffusione del COVID-19 su base giornaliera sono stati smantellati, i dati nazionali sulle acque reflue indicano che KP.2 ha superato JN.1 come variante più comune in Canada al 28 aprile. Negli Stati Uniti, KP.2 rappresenta anche quasi il 30% dei casi di COVID-19, mostra l’ultimo Centro per le malattie e la prevenzione.

In Ontario, JN.1 è ancora la variante più comune con poco più del 19%, ma KP.2 sembra stia recuperando terreno, rappresentando quasi l’11% dei casi.

Nonostante la crescita, Graber ha affermato: “Non ci sono prove chiare al momento, o ragioni per credere che avrà un impatto complessivo serio”.

In altre parole, “non è spaventoso”, ha aggiunto.

-

PREV Gli appassionati di bocce avranno a disposizione 20 nuovi campi a Granby
NEXT VIDEO. “Abbiamo giocato su Instagram! »: abbiamo accompagnato 30 fortunati che hanno potuto avvicinarsi a Belem a Marsiglia