Arrabbiato e chiedendo una licenza, un pescatore blocca un porto della Manica

Arrabbiato e chiedendo una licenza, un pescatore blocca un porto della Manica
Arrabbiato e chiedendo una licenza, un pescatore blocca un porto della Manica
-

Di

Sebastiano Lucot

pubblicato su

15 maggio 2024 alle 12:43

Vedi le mie notizie
Segui La Presse de la Manche

Dalle 6 del mattino, Mercoledì 15 maggio 2024Samuel Deshayes, Capitano per 5 anni pescatoreproclama il suo sgomento sotto gli occhi del gendarmeria marittimapur scusandosi con i suoi “colleghi” per il disagio causato.

Catene e segni

“Ottavo anno di domande di licenza, è la seconda volta che la commissione per la pesca modifica la normativa regole di attribuzione. ” Delle Catene E segni visualizzazione richieste alle porte del porto di Granville (Manche) da questo pescatore arrabbiato ha così impedito “a una decina di navi di prendere il mare”, riferisce Lysandre Lemaire, direttore del porto.

Il capo di Peschereccio in legno da 14 metri ha presentato la sua prima richiesta di licenza per capesante nel 2017 per la Baia della Senna, “sotto il consiglio del comitato della pesca che mi ha detto che l’avrei ottenuta entro uno o due anni, perché non c’era nessuno in lista d’attesa”, ha spiega. Secondo lui, da allora, le attribuzioni sono “cambiate” e “sono tornato ogni anno”.

Al momento della sua richiesta per il settore occidentale del Cotentin, le cose non sono cambiate molto poiché Samuel Deshayes si ritrova “settimo sulla lista”.

Oggi, questo marinaio di Granville che ha iniziato a pescare nel 2006 si trova con le spalle al muro. “Detengo il 30% delle azioni della pescatore, ma il suo socio vuole comprare un’altra barca. Ha trovato un acquirente per il pescatore e ho ancora una settimana per dare la mia risposta, perché ho una partecipazione in questo. »

Priorità al riacquisto di questa barca che pratica l’arte del traino (capesante, vongole e reti da traino), e dopo numerosi lavori effettuati su di essa, non può acquistarla senza questa famosa licenza. “Perderò tutto”, ripete.

“Quota raggiunta”

Determinato, ilUomo di 36 anni richiesta, attraverso questo azione del pugnoun incontro con il Comitato Regionale della Pesca Marittima della Normandia (CRPMEM) che sostiene, da ultimo durante il dibattito pubblico “Il mare in dibattito”, la pesca artigianale come un’attività su “scala umana e strutturante”.

Video: attualmente su -

“Durante le elezioni del luglio 2022, la lista che ha ottenuto la maggioranza dei seggi nel comitato è a favore del mantenimento dello status della pesca artigianale”, ricorda Marc Delahaye, direttore del CRPMEM. Quanto alle licenze, ricorda che vengono assegnate per “gestire la risorsa sulla quale non possiamo fare proprio nulla”.

Il comitato, ben consapevole del caso di Samuel Deshayes, si rammarica “della forzatura” del marinaio e precisa che le “questioni regolamentari valgono per tutti”. L’entità normanna evoca a rigetto di queste ultime richieste nel 2023 per “quota raggiunta”, ma anche perché “non ha presentato domanda per un progetto di installazione per diventare armatore”. “Questa presa di potere non farà cambiare idea al comitato. »

A fine mattinata, Samuel Deshayes aveva tolto le catene dai cancelli del porto di Granville, decisione fortemente incoraggiata dai gendarmi presenti sul posto.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV quasi 60 kg di generi alimentari raccolti per la Croce Rossa
NEXT Quali attività scoprire per la notte dei musei