una casa delle associazioni chiusa per motivi di sicurezza

una casa delle associazioni chiusa per motivi di sicurezza
una casa delle associazioni chiusa per motivi di sicurezza
-

Per ragioni di sicurezza, la Maison Joëlle-Vincens è completamente chiusa al pubblico e senza alcuna restrizione temporanea. » Ecco il messaggio ricevuto via e-mail, l’ultimo fine settimana di aprile, dai responsabili delle associazioni di Mons (34 in tutto) e del centro medico-scolastico, che hanno sede al 39 di rue Martin-Luther-King, a Mont-de -Marsan, per informarli della temporanea indisponibilità dei propri locali e attrezzature.

All’origine della decisione presa d’urgenza dai servizi comunali di chiudere questo lungo edificio a due piani della Caserne Bosquet, la segnalazione di un rumore e di vibrazioni insoliti avvertiti dai membri di un’associazione che si trovava sul posto venerdì 26 aprile, alle la fine del giorno. Le persone sono state evacuate e l’ispezione dei vigili del fuoco non è stata in grado di determinare l’origine dell’incidente né di identificare visivamente eventuali danni. “La chiusura è stata decisa in base a un principio di precauzione”, indica Nathalie Gass, l’assistente responsabile della vita comunitaria.

La riapertura auspicata per il 22 maggio

Da allora l’ingresso, bloccato da una sbarra, è vietato, in attesa degli esiti dei controlli di sicurezza effettuati, in questi casi, per controllare l’intero edificio. “Una prima visita all’ufficio di controllo è stata effettuata il 2 maggio e siamo in attesa di un’ulteriore visita prevista per venerdì 17 maggio, e poi del rapporto”, spiega l’eletto. La riapertura è auspicata per mercoledì 22 maggio. “È ovvio che questo impianto comunale sarà riaperto a tutti se avremo l’autorizzazione – anche prima del 22 maggio”, precisa l’ultima missiva inviata dal Servizio vita locale, all’inizio della settimana, alle associazioni per tenersi informate della situazione. . Anche se MMe Gass è “speranzoso” che la situazione torni alla normalità la prossima settimana, “è in corso lo studio di soluzioni per vedere come ricollocare tutte queste associazioni” qualora la scadenza dovesse essere nuovamente prorogata.

“Una settimana va bene, ma due, poi tre”, sussurra un utente del locale. Vorremmo tornare alla nostra routine settimanale. » Per garantire la continuità di alcune attività o servizi, in altre sedi sono organizzati numeri di emergenza, «ma i membri devono essere avvisati uno per uno». Oppure affiggere manifesti, come il foglio affisso sulla barriera che annuncia che la riunione degli Alcolisti Anonimi di sabato 11 maggio è stata spostata alla Maison des associazioni Lucbernet. Per non parlare del fatto che i volontari non possono ritirare attrezzature, in particolare attrezzature informatiche o amministrative. “Non è molto piacevole”, confida quest’altro dirigente dell’associazione.

“Una settimana va bene, ma due, poi tre… Vorremmo tornare alla nostra routine settimanale”

“Per quanto ci risulta, il centro medico-scolastico, che è molto difficile da accogliere il pubblico, e Adepape 40 (1) hanno dei dipendenti”, spiega l’assistente. Se ce ne sono altri, non ci hanno contattato, quindi devono aver avuto la possibilità di telelavorare. Gli operatori dei servizi alla vita locali rispondono inevitabilmente ai numerosi appelli delle associazioni per trovare soluzioni. L’edificio ospita una sala da ballo, tre sale riunioni e un ufficio condiviso, tutte queste stanze erano occupate. Per quanto possibile, abbiamo indirizzato le richieste alle altre sale riunioni della Maison des associazioni Lucbernet, ma anche alla Salle du Petit-Bonheur e al Château de Nahuques, se disponibili. Abbiamo fatto tutto il possibile per soddisfare le associazioni. »

Questa paralisi della Maison Joëlle-Vincens avviene quando lo scorso autunno il Comune ha chiuso un’altra casa associativa, quella di Saint-Jean-d’Août, per metterla in vendita e riabilitarla in abitazioni. Le associazioni che vi avevano sede erano state in gran parte rimpatriate a Joëlle-Vincens, dove si è resa necessaria una riorganizzazione dei locali per fare posto a tutti.

-

PREV Aude: costruita su 9 ettari, è stata inaugurata la centrale solare di Moussoulens
NEXT WNBA | Una nuova squadra a Toronto nel 2026