La casa di cura invita i residenti ad aderire al Partito Liberale nel 2022

-

I membri del Partito Liberale erano una legione in due case di cura nella regione di Bathurst durante la corsa per la leadership del Partito Liberale nel 2022. Mercoledì scorso il deputato Kevin Arseneau ha puntato i riflettori su questa situazione. La direzione delle case conferma di aver invitato i propri residenti a unirsi alla festa.

Il membro di Kent-Nord ha affermato di aver ricevuto informazioni daun presunto caso di frode e abuso in due case di cura dove nel 2022 53 residenti sono diventati membri del Partito Liberale.

Ho buone ragioni per credere che molti di questi residenti non sappiano nemmeno di essere iscritti al Partito Liberaleha continuato il deputato dei Verdi, che ha sporto denuncia al difensore degli anziani.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Kevin Arseneau ha condiviso pubblicamente questa storia durante una dichiarazione alla legislatura mercoledì.

Foto: Assemblea Legislativa NB

Kevin Arseneau è preoccupato integrità e il modo in cui trattiamo le persone in situazioni vulnerabili.

Uno dei residenti di una casa di cura interessata è sua nonna che, secondo l’eletto, soffre di demenza: Non c’è motivo di credere che sarebbe stata coinvolta politicamente. Una persona in una situazione vulnerabile può essere utilizzata per ottenere effetti elettorali nel contesto di una corsa alla leadership. Questo è preoccupante.

Radio-Canada ha poi potuto confermare che le strutture in questione sono le due case di cura speciali Chez Annie, situate a Bathurst e Robertville.

Susan Holt prende le distanze

Il Partito Liberale dice che ci vuole molto seriamente queste accuse e li qualifica estremamente preoccupante.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Hannah Fulton Johnston è la direttrice esecutiva del Partito liberale NB (foto d’archivio)

Foto: Radio-Canada / Alix Villeneuve

Il direttore generale del partito Hannah Fulton Johnstonprecisa in un comunicato che questi membri non sono legati alla campagna di Susan Holt.

Possiamo confermare che questi elettori non erano collegati alla campagna della nostra leader o a nessuno del suo team.

Una citazione da Hannah Fulton Johnston, direttore esecutivo del partito liberale

Stiamo esaminando le registrazioni e i registri di voto elettronico disponibili riguardanti queste accusespieghiamo.

Viene spiegato il focolare

Steven Sisk, uno dei comproprietari delle case di Chez Annie, non ha voluto rilasciare un’intervista. Lunedì ha comunque offerto spiegazioni telefonicamente.

Durante una prima conversazione telefonica il comproprietario ha dichiarato di aver iscritto tutti gli abitanti delle sue case di cura come membri del Partito liberale del New Brunswick per votare nella corsa alla leadership.

>>Una foto dell'insegna Foyer chez Annie.>>

Apri in modalità a schermo intero

Il comproprietario della casa di riposo si è spiegato, ma senza rilasciare interviste.

Foto: Radio-Canada

In una seconda conversazione, questa volta spiega di aver offerto ai suoi 90 residenti la possibilità di registrarsi e che 50 hanno accettato di farlo.

Assicura che ognuno era libero di votare per il candidato che preferiva e afferma che coloro che non volevano essere membri potevano rifiutare l’offerta.

Egli paragona questa registrazione a una procedura simile a quella delle elezioni generali.

Le reazioni di altri due candidati

Per telefono, Thomas J. Harveycandidato sconfitto alla guida del partito, assicura che la sua squadra non è legata all’approccio casalingo.

Personalmente, non lo sorisponde via e-mail a Donald Arseneault, anch’egli candidato alla leadership.

Anche Robert Gauvin, terzo candidato in questa corsa, assicura di non essere stato associato all’approccio della gestione delle case. Ho ricevuto tre voti in una circoscrizione elettorale e nove nell’altra. Non avevo una squadra in questa regionedice in una email.

>>Il totale dei voti ricevuti dai quattro candidati viene visualizzato su uno schermo televisivo nel centro congressi.>>

Apri in modalità a schermo intero

I risultati del primo turno delle elezioni per il nuovo leader del Partito Liberale del New Brunswick, il 6 agosto 2022 al centro congressi di Fredericton.

Foto: Radio-Canada / Alix Villeneuve

Nella corsa di Restigouche-Chaleur, dove si trova la casa di Robertville, Donald Arseneault ha vinto il primo turno con 139 voti contro 15 a favore. Susan Holtil suo rivale più vicino.

Nel maneggio di Bathurst-Est—Nepisiguit—St-Isidore, dove si trova la casa di Bathurst, è il candidato TJ Harvey che è arrivato primo al primo turno, con 120 voti contro 40 per Donald Arseneault, arrivato secondo.

Entrambi i collegi elettorali sono stati vinti da TJ Harvey al termine del terzo turno di votazioni.

-

PREV Questa cava di tufo nel Maine-et-Loire aspetta solo di crescere
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News