Fine della pubblicità per l’estate, hotel più ecologici… La strategia turistica della Provenza-Alpi-Costa Azzurra

-

Rieletto a capo del Comitato regionale del turismo, François de Canson ha rivelato la sua strategia, dal facilitare il flusso dei vacanzieri al sostegno agli albergatori.

Mentre la fiamma olimpica arrivava a Marsiglia mercoledì 8 maggio, la CRT si riuniva per la sua assemblea generale. In questa occasione il presidente uscente, François de Canson, è stato rieletto all’unanimità per un mandato di tre anni.

Durante questo incontro, i membri dell’organizzazione hanno fatto il punto sul piano messo in atto per rafforzare l’attività turistica, un settore essenziale dell’economia della Provenza-​Alpi-​Costa Azzurra. Sono state menzionate tre aree principali.

In primo luogo, l’agevolazione dell’attività durante tutto l’anno e non più solo nel periodo estivo. Per meglio distribuire i flussi di visitatori, il CRT ha “ha cambiato le sue priorità”. Come Nizza, che intende diventare una destinazione invernale essenziale, ora vuole promuovere ulteriormente i periodi al di fuori del picco estivo. La pubblicità che promuove l’estate sarà interrotta, ad eccezione delle Alpi meridionali.

Illustrazione – Foto © Depositphotos.com

Si è deciso di cercare anche tra i clienti internazionali che non arrivassero contemporaneamente ai francesi. Una strategia che mira a ridurre l’inquinamento e ad essere più rispettosa dei residenti. Offre inoltre alle aziende un reddito più diluito nel tempo e quindi posti di lavoro più sostenibili.

I primi risultati sembrano essere all’altezza delle aspettative, con un calo delle presenze del 2% in piena estate, periodo già intenso, e incrementi del 13% in inverno e del 10% in primavera e autunno. In 10 anni il numero dei visitatori è aumentato del 7% nel corso dell’anno.

Sull’aspetto ambientale la Regione Sud vuole agire non incidendo direttamente sui turisti, ma puntando in particolare sui professionisti del settore. Offre quindi assistenza nei corsi di certificazione ed etichettatura, senza dimenticare il sostegno all’alloggio che rientra in una transizione sostenibile della propria attività.

Proteggi i parchi

Gli esercizi scarsamente serviti dai trasporti pubblici ricevono un incentivo per l’installazione di colonnine di ricarica elettrica. Infine, i parchi sono supportati nella loro missione di prevenzione e influenza sul comportamento dei visitatori. Le soluzioni di mobilità dolce vengono messe in risalto attraverso, tra l’altro, il pass “Sud Azur explore” e i tour in bicicletta.

Anche in questo caso i dati sono positivi poiché nel 2023 il 14% dei vacanzieri ha utilizzato il treno per spostarsi nel nostro territorio, contro il 4% del 2013. Aggiungiamo che siamo la prima regione di Francia con il marchio Clef Verte. La nostra comunità è salita di due posizioni in due anni.

Il settore alberghiero è in buona forma

Il settore alberghiero deve lottare contro la crescita del patrimonio locativo su piattaforme come Airbnb. Era fondamentale che il settore non rimanesse senza forze affinché i posti di lavoro generati potessero continuare.

Il settore non ha perso la sua quota di mercato, con ancora il 17% dei soggiorni nel 2023, rileva la CRT. Gli stranieri hanno ampiamente contribuito alle entrate delle strutture ricettive apportando quasi la metà delle entrate. Le compagnie interessate sono più utilizzate per gli scali (il 59% l’anno scorso, contro il 46% 10 anni fa).

Il Comitato Regionale propone strade per il futuro: formazione nell’accoglienza dei clienti attraverso la formazione, strumenti messi a disposizione delle imprese e sviluppo del legame tra diportisti e cittadini. Il tour “That’s the South”, lanciato lo scorso anno, va in questa direzione. Nel 2024 sono previste 30 date. Eventi festivi e aggreganti utilizzati per inviare messaggi sui comportamenti corretti da adottare o sulle necessità del settore turistico per i comuni.

-

PREV Mayara parla con la presidente del Consiglio nazionale svizzero
NEXT Omosessualità in Senegal: l’ambiguo “casus belli” di Ousmane Sonko – Lequotidien