Fino a meno 5° nel Lot: di fronte alle perdite agricole catastrofiche, i servizi statali preparano un dossier di compensazione agricola

Fino a meno 5° nel Lot: di fronte alle perdite agricole catastrofiche, i servizi statali preparano un dossier di compensazione agricola
Fino a meno 5° nel Lot: di fronte alle perdite agricole catastrofiche, i servizi statali preparano un dossier di compensazione agricola
-

l’essenziale
Dopo gli episodi di forte gelata che hanno interessato il Lot il 19, 22 e 23 aprile, il DDT sta effettuando una valutazione dei danni, andando a incontrare i diversi settori colpiti, in particolare viticoltura e arboricoltura.

Per preparare la pratica di riconoscimento delle catastrofi naturali nel dipartimento del Lot, i servizi della direzione dipartimentale dei territori DDT, in partenariato con la Camera dell’Agricoltura, si sono recati presso un campione di agricoltori colpiti dal gelo di fine aprile.

Questo approccio è un prerequisito necessario per consentire agli agricoltori di beneficiare dell’indennità nazionale di solidarietà (ISN). Il 2 e 3 maggio sono state visitate una ventina di aziende agricole colpite da questo episodio climatico dannoso per i futuri raccolti.

Danni permanenti ai raccolti 2024

“Viticoltura e florovivaismo sono molto colpite, infatti temperature negative (fino a meno 5 gradi) per diverse notti hanno causato danni permanenti per la vendemmia 2024. Per i vigneti del Lot i danni sono stimati tra il 30% e il 100%, a seconda territori, altitudine ed esposizione degli appezzamenti. Per quanto riguarda noci e castagni, le varietà precoci Lara e Chandeleur sono le più colpite. In questa fase i tassi di perdita stimati variano dal 30% all’80% a seconda delle aziende agricole % per alcuni appezzamenti di terreno, anche alcune produzioni orticole registrerebbero perdite”, informano gli agenti di Lot DDT.

Alla luce di questi accertamenti, integrati da nuove visite nel mese precedente la raccolta, i servizi dello Stato redigeranno un rapporto che trasmetteranno alla Commissione Nazionale del CODAR. “La convalida del CODAR consentirà agli agricoltori colpiti non assicurati di presentare la loro richiesta di risarcimento individuale al DDT. Per gli agricoltori assicurati, è il passaggio del perito che consentirà all’assicurazione di pagare o meno l’ISN. Lo Stato resta attento relazioni per organizzare, se necessario, ulteriori visite sulle produzioni colpite dai rischi climatici”, indica la prefettura.

Inoltre, continuano le hotline agricole organizzate dal DDT con la partecipazione della MSA, direzione dipartimentale delle finanze pubbliche e dell’Agrisolidarietà, ogni lunedì a Cahors e, a seconda della domanda, a Gourdon il giovedì e a Figeac il mercoledì. Numero unico per fissare un appuntamento: 05 65 23 61 07

#French

-

PREV Nella Lozère gli escursionisti hanno scoperto i laghi d’alta quota
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News