Cherbourg-en-Cotentin. Arrabbiati, questi genitori si stanno mobilitando contro la soppressione di classe

Cherbourg-en-Cotentin. Arrabbiati, questi genitori si stanno mobilitando contro la soppressione di classe
Cherbourg-en-Cotentin. Arrabbiati, questi genitori si stanno mobilitando contro la soppressione di classe
-

Di

Editoriale La Presse de la Manche

pubblicato su

14 maggio 2024 alle 8:50

Vedi le mie notizie
Segui La Presse de la Manche

Ancora in lotta contro eliminazione di una classe All’inizio dell’anno scolastico, i genitori degli studentiScuola François-Mitterranda Équeurdreville-Hainneville (comune delegato di Cherbourg-en-Cotentin, Manica) ha interrotto il regolare svolgimento delle lezioni questo Lunedì 13 maggio 2024.


«A volte abbiamo l’impressione di essere in un dialogo tra sordi! »

I genitori degli alunni della scuola elementare François-Mitterrand lo sono ancora molto turbato contro l’Accademia che anche di recente ha confermato la sua volontà di farlo chiudere una classe all’inizio dell’anno scolastico successivo.

Dopo le manifestazioni davanti alle scuole, poi la produzione e la diffusione sui social network di un video alla vigilia delle vacanze, il collettivo dei genitori lunedì era sul piede di guerra: “Abbiamo deciso di interrompere il regolare svolgimento delle lezioni durante la giornata, invece di bloccare completamente la scuola per non penalizzare bambini e genitori. »

rabbia del collettivo dei genitori rimane intatto, nonostante i numerosi incontri con i funzionari dell’Educazione Nazionale: “Ogni volta ci parlano al telefono, al massimo in videoconferenza, a volte veniamo avvisati il ​​giorno prima per il giorno successivo… Ma non sono mai venuti a trovarci Guardalo. »

In discussione, il modo di contare gli studenti: “L’Accademia non tiene conto dei numeri delle UEEA (Unità di Educazione Elementare sull’Autismo, ndr), che spesso sono immerse in altre classi. » Se l’Accademia ha meno di 24 studenti per classe, i genitori ne hanno almeno 27.

“Abbiamo un nuovo incontro in videoconferenza il 22 maggio. Ci auguriamo che l’Accademia riesca a cambiare posizione, senza basarsi su argomenti puramente finanziari e politici, per il benessere dei bambini e la qualità del loro insegnamento. Se necessario, metteremo in atto nuove azioni. »

Dal nostro corrispondente Jean-Christophe BEAUCHÉ

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV INCERTEZZA SULLA PARTECIPAZIONE DEI LIONS
NEXT ABBRACCIO: mobilitazione contro lo spostamento del dipartimento “sterilizzazione”.