Tarn. È morto Lucien Mias, leggenda del rugby di Mazamet e della nazionale francese

-

Lucien Mias è morto all’età di 93 anni

Credito: DR

Il mondo del rugby del Tarn perde una leggenda. Lucien Mias, ex seconda linea dello Sporting Club Mazamétain e capitano della squadra francese di rugby negli anni ’50, è morto all’età di 93 anni all’ospedale di Castres (Tarn).

Nato a Saint-Germain-de-Calberte, nella Lozère, l’uomo soprannominato “Doctor Pack” ha incontrato la palla ovale a Narbonne prima di allenarsi a Carcassonne e attraversare la Montagna Nera per scrivere le grandi pagine dell’SCM. Nella squadra francese, Lucien Mias ha collezionato 29 presenze, l’ultima delle quali nel 1959, e faceva parte del girone che vinse per la prima volta in Sud Africa durante il tour del 1958 (1 pareggio 3-3 e 9 a 5). Il Mazametain irrompe poi sullo schermo, tanto che la stampa locale lo definisce “il miglior attaccante della nazionale che abbia giocato in terra sudafricana”.

Finalista nel campionato francese 1957-1958 con Mazamet, Lucien Mias ha mantenuto a lungo una rivalità con Jean Prat, 3a linea di ala a Lourdes.

Scienziato del gioco

In campo Lucien Mias si è ispirato a questi stessi sudafricani per democratizzare il “contatto di mezzo giro”: una percussione di un giocatore del gruppo, con le spalle rivolte all’avversario, per garantire la migliore trasmissione possibile della palla dopo il impatto. Gli All-Blacks arriveranno addirittura a copiare i suoi movimenti iniziati sulla linea laterale.

Successivamente riqualificandosi come medico, aprì il suo studio a Mazamet e, allo stesso tempo, diresse il reparto di geriatria dell’ospedale.

Sui social network, il sindaco di Mazamet, Olivier Fabre, ha reso omaggio a “un immenso giocatore di rugby, un grandissimo medico, un grande uomo, semplicemente”. L’eletto assicura che “La città di Mazamet gli renderà un omaggio degno del suo talento.

#French

-

PREV Nella Mayenne, 2.600 studenti in strada tra maggio e luglio per l’operazione Cycling to the Games
NEXT Exxel Polymers punta a nuove vette