Come compostare? Da Revin a Givet, incontri informativi sulla raccolta differenziata dei rifiuti organici

Come compostare? Da Revin a Givet, incontri informativi sulla raccolta differenziata dei rifiuti organici
Come compostare? Da Revin a Givet, incontri informativi sulla raccolta differenziata dei rifiuti organici
-

Richard Chrisment, vicepresidente di Ardenne Rives de Meuse e responsabile dell’ambiente: Semplicemente per informare la gente della possibilità offerta in un prossimo futuro di differenziare i rifiuti organici per l’edilizia collettiva. Dalla fine di maggio un project manager opererà nell’area per farsi carico dell’allestimento di composter collettivi nella zona. Valodea gestisce questa operazione sovvenzionata da Ademe.

Lo sarà presto. Con questa operazione verranno installati nella regione 73 composter collettivi. Il responsabile del progetto contatterà i sindaci della zona per decidere quali siano i luoghi più idonei per installarli.

Cosa si dirà in questi incontri? Il pubblico può suggerire luoghi per questi composter?

Oggi ci viene posta la domanda su come allestire composter collettivi. Valodea sarà lì per rispondere a queste domande. Saranno i sindaci a scegliere i luoghi. Questi incontri sono rivolti a chi vuole fare ordine, a chi è convinto e a chi, per mancanza di giardino, non ha soluzione. Ti ricordo che oggi l’80% dei rifiuti che finiscono in un bidone della spazzatura convenzionale potrebbero finire nelle composter. Perché la maggior parte sono bucce di frutta e verdura (i rifiuti organici rappresentano un terzo della spazzatura grigia, secondo Ademe, ndr).

Verranno distribuiti biobucket per chi vive nelle case collettive?

No, attualmente i biobucket vengono distribuiti quando gli individui acquistano una compostiera individuale. Ma ciò certamente solleva domande che verranno poste.

Questo tipo di incontro attirerà soprattutto le persone preoccupate per l’ambiente. Come interessare coloro a cui non importa?

(ride). È difficile. Ma se metti una compostiera collettiva nel cuore di un quartiere, incoraggerà le persone a venire e vedere le persone che fanno lo smistamento. Il contributo volontario funzionerà. Ed è anche il modo per creare connessioni sociali. Oggi non viene messo in atto nulla, quindi le persone, se non hanno soluzioni, non lo fanno.

L’obbligo di raccolta differenziata risale al 1° gennaio 2024. Sei in ritardo…

Sì, la decisione dello Stato risale al 1° gennaio, ma lo sono tutte le comunità delle Ardenne. Aspettavamo tutti che Ademe e Valodea organizzassero l’operazione. Nelle Ardenne ci sono dieci persone, assegnate per tre anni, che interverranno in tutte le comunità.


#French

-

PREV le tre dimissioni sono diventate realtà
NEXT Dal nord di Deux-Sèvres alla costa atlantica, il Beach Train è tornato