Hockey su ghiaccio: la Svizzera non deve sottovalutare l’Austria

Hockey su ghiaccio: la Svizzera non deve sottovalutare l’Austria
Hockey su ghiaccio: la Svizzera non deve sottovalutare l’Austria
-
Benjamin Baumgartner, a sinistra, è uno dei giocatori austriaci da tenere d’occhio

ATS

Domenica (20:20) la Svizzera affronterà a Praga la seconda partita dei Mondiali contro l’Austria allenata da Roger Bader. Dovrai essere serio.

Sulla carta l’Austria non lotta nella stessa categoria della Svizzera. Quando la Svizzera punta alle semifinali, il vicino cerca di non scendere in seconda divisione.

E per riuscire in questa impresa, l’allenatore di lingua tedesca Roger Bader, padre del giocatore della nazionale svizzera Thierry, può contare su una bella delegazione di giocatori che militano in Svizzera con Benjamin Baumgartner (Berna), Vinzenz Rohrer (Zurigo), Dominic Zwerger ( Ambri) e Bernd Wolf (Kloten, ex Lugano). Anche Kilian Zündel (ex Ambri) e Peter Schneider (ex Bienne) conoscono la National League.

Ma colui che è chiamato a fare la differenza si chiama Marco Rossi. L’ex junior dei Lions di Zurigo ha segnato 21 gol e 19 assist in questa stagione con il Minnesota nella NHL.

L’ultima volta che la Svizzera ha dovuto affrontare l’Austria ai Mondiali è stato a Bratislava nel 2019 e gli uomini di Patrick Fischer hanno vinto 4-0. Prima di questa vittoria le statistiche da parte svizzera non erano ottime. A Copenhagen nel 2018, la vittoria per 3-2 è arrivata ai tempi supplementari. Nel 2015 a Praga, l’Austria sorprese la scelta di Glen Hanlon 4-3 ai rigori. E sempre nella capitale ceca ma nel 2004 le due squadre non riuscirono a decidersi tra loro (4-4).

La Svizzera sa di non avere il diritto di sottovalutare il suo avversario. Contro la Norvegia venerdì, hanno quasi pagato caro alla fine del primo terzo. È avvertita.

jfd, ats


#Swiss

-

PREV Glucksmann torna ai massimi livelli… Scopri il sondaggio Figaro del 16 maggio
NEXT le fughe di prigione più spettacolari della Corsica