Sospesa dal tribunale amministrativo l’ordinanza del prefetto dell’Aveyron sull’uccisione di cani

Sospesa dal tribunale amministrativo l’ordinanza del prefetto dell’Aveyron sull’uccisione di cani
Sospesa dal tribunale amministrativo l’ordinanza del prefetto dell’Aveyron sull’uccisione di cani
-

L’associazione Stéphane Lamart “Per la difesa dei diritti degli animali” ha attaccato un decreto del prefetto dell’Aveyron (Occitania) che autorizzava la macellazione dei cani. Il caso è stato esaminato in un’udienza sommaria questo martedì 7 maggio 2024 davanti al tribunale amministrativo di Tolosa.

In seguito al procedimento avviato dall’associazione Stéphane LAMART “Per la difesa dei diritti degli animali” contro il prefetto dell’Aveyron (Occitania) in merito al suo decreto che autorizzava l’abbattimento dei cani, il caso è stato esaminato in tribunale per un procedimento sommario questo martedì 7 maggio. 2024, davanti al tribunale amministrativo di Tolosa.

Il decreto emesso dal prefetto di Rodez prevedeva che, dal 10 aprile al 10 maggio 2024, tutti i cani “randagi, vagabondi o malevoli” si avvicinassero alle mandrie di La Couvertoirade, L’Hospitalet-du-Larzac, Nant, Sainte-Eulalie-de -Cernon e Saint-Jean-et-Saint-Paul possono essere macellati di notte (tra le 20:00 e le 8:00).

Al termine dell’udienza odierna, il tribunale amministrativo ha dato ragione all’associazione Stéphane LAMART, nonché alla SNDA (Società Nazionale per la Difesa degli Animali) e ha sospeso il decreto del prefetto fino a quando non si sarà pronunciata sulla sua legalità entro un anno e mezzo.

Per Stéphane LAMART, presidente fondatore dell’omonima associazione: “ La decisione del tribunale di sospendere l’ordinanza è soddisfacente. Umanamente, è inaccettabile che alti funzionari emettano tali ordini di macellare cani o qualsiasi altro animale allo scopo di proteggere le mandrie.. Legalmente è illegale uccidere con un’arma da fuoco in natura; la regola è catturarlo vivo prima di prendere in considerazione l’eutanasia se l’animale rappresenta un pericolo. C’è stato un tempo in cui il pastore era accompagnato dai suoi cani che facevano un lavoro straordinario nel respingere i predatori. Dovremmo attenerci a questi vecchi metodi che sono quelli giusti. »

#French

-

PREV Arras è tra le prime 25 città in cui vivono le persone più ricche in Francia
NEXT Europei: Bardella lancia il conto alla rovescia per la vittoria annunciata a Perpignan: News