“Ho una lista di allenatori e ogni giorno ricevo i CV”

-

Mentre i Coccodrilli possono assicurarsi la permanenza in Nazionale stasera se non perdono contro il Sochaux (alle 21 allo stadio Antonins), Sébastien Larcier ripercorre gli eventi delle ultime settimane. Il direttore sportivo, in scadenza di contratto, parla della partenza di Frédéric Bompard, dell’arrivo di Adil Hermach, ma anche del suo futuro al club. Finalmente dà notizie di Rani Assaf, presidente-azionista del Nîmes Olympique.

Objectif Gard: Come hai vissuto queste ultime settimane ricche di emozioni con l’uscita di Frédéric Bompard, la nomina di Adil Hermach, il ritorno di buoni risultati e la suspense della riserva dell’Orléans?

Sébastien Larcier : Umanamente è stato difficile separarsi da Fred. Fortunatamente i risultati convalidano questa scelta, anche se non la sosteniamo ufficialmente. Con Adil abbiamo subito guardato la squadra e ha funzionato bene. All’inizio è umanamente complicato, ma la vita di tutti i giorni ci porta verso un’altra spirale che fa stare bene.

Sono queste le ultime tre partite (Orléans, Red-Star e Goal FC) che salvano la stagione del Nîmes Olympique?

Non dobbiamo dimenticare che abbiamo avuto un buon inizio d’anno visto che, quando andiamo a Niort, è per giocarci il primo posto nella fase di ritorno. Ciò significa che non è andato tutto male. Credo che la fase di ritorno sia riuscita poiché mi sembra che siamo terzi o quarti in questo periodo. Adesso dobbiamo finire il lavoro e mantenerci.

“Ogni volta che l’Hermach viene iscritto a referto, il club paga una multa di 7.500 euro”

Con i buoni risultati attuali, tutti gli occhi sono puntati su Adil Hermach, l’allenatore ad interim. In cosa differisce il suo metodo da quello del suo predecessore Frédéric Bompard?

È un discorso diverso e sicuramente più giovane. C’è freschezza nelle sue parole. I giocatori pensano che tutti abbiano una possibilità. L’importante è come i giocatori percepiscono il suo discorso. Ha anche un legame con alcuni giocatori che provengono dalle riserve e che conosce bene.

Separarsi da Frédéric Bompard è stata una decisione difficile per Sébastien Larcier • Foto: Norman Jardin

Adil Hermach non ha le qualità necessarie per allenare in Nazionale, ma è possibile che sia ancora in grado di iniziare la prossima stagione?

Fa fatica ad esprimersi perché non ha i prerequisiti per iscriversi adesso. E in ogni caso i termini per le iscrizioni sono scaduti. Per il momento ciò non sarà possibile.

Finché l’allenatore non avrà questo famoso diploma, il club dovrà pagare una multa ogni volta che il suo nome verrà scritto sul referto della partita. Quanto va bene?

C’è una scala per ogni divisione. Ogni volta che Adil Hermach viene iscritto sulla cronaca di una partita, il Nîmes Olympique paga una multa di 7.500 euro. (ovvero 255.000 euro per una stagione di 34 giorni, ndr)

“Mi è piaciuto lavorare al Nîmes Olympique, ma non sono l’unico a prendere decisioni”

Ciò significa che il Nîmes Olympique deve trovare un nuovo allenatore. È qualcosa su cui stai lavorando oggi?

Sono obbligato a pianificare il futuro e scoprire quali allenatori saranno liberi o chi potrà candidarsi. Ho una lista di allenatori e ricevo CV ogni giorno. Molte persone offrono i loro servizi. Adesso cerco la qualità e le persone con cui voglio lavorare.

Il direttore sportivo che sei è a scadenza di contratto. E il tuo futuro nel club?

Il mio desiderio è continuare al Nîmes Olympique perché mi sono affezionato alla gente di questo club e mi è piaciuto lavorare qui, ma non sono l’unico a decidere. Dovremo discuterne con Rani, una volta assicurata la manutenzione. Dovremo risolvere in tempi brevi i problemi riguardanti la squadra e l’allenatore.

“Rani Assaf è sollevato dagli ultimi risultati e si è congratulato con noi”

Rani Assaf ha reagito agli ultimi risultati del Nîmes Olympique?

Rani Assaf è sollevato dagli ultimi risultati e si è congratulato con noi. Come noi, è consapevole che c’è un’ultima spinta da fare per permettere davvero al Nîmes Olympique di rimanere nel mondo professionistico. È stato molto presente anche quando si è trattato di difendere gli interessi del club nella causa che ci ha contrapposti all’Orléans.

Adil Hermach e Sébastien Larcier risolvono la situazione per un Nîmes Olympique in difficoltà. • Foto: Norman Jardin

Quale sarà l’obiettivo sportivo del club la prossima stagione?

Devi chiedergli. Non ho mai parlato per Rani e non mi permetterò di farlo.

Stiamo iniziando a conoscere alcune società che giocheranno in Nazionale la prossima stagione. Il Nîmes Olympique potrà nutrire qualche ambizione lì?

Per avere ambizioni, è necessario avere un budget e soprattutto una busta paga adeguati. Questo è qualcosa di cui discuterò con il presidente. Ma dobbiamo capire come sarà il campionato Nazionale la prossima stagione. Quando vedremo le squadre che usciranno dalla Ligue 2 (Valenciennes, Quevilly-Rouen, Concarneau e probabilmente Troyes, ndr), penso che il campionato sarà enormemente duro.

Il ritorno del pubblico allo stadio Antonins è per voi una vittoria?

No, sono solo soddisfatto perché questa squadra merita che la gente venga allo stadio e che il pubblico vibra con loro. Penso anche che i tifosi del Nîmes meritino di vedere questa squadra evolversi e divertirsi allo stadio. Non è una vittoria personale e sono molto felice per i giocatori e per i tifosi.

-

PREV La basilica cerca 15.000 sponsor per la sua nuova guglia
NEXT Europei: “È normale che possiamo esprimerci” dice Jordan Bardella, capolista del RN