Vandea: Pauline in corsa per l’Oscar come miglior giovane fiorista di Francia ai Floralies

Vandea: Pauline in corsa per l’Oscar come miglior giovane fiorista di Francia ai Floralies
Vandea: Pauline in corsa per l’Oscar come miglior giovane fiorista di Francia ai Floralies
-

Di

Stéphanie Hourdeau

pubblicato su 10 maggio 2024 alle 12:20

Vedi le mie notizie
Segui Le Journal du Pays Yonnais

Martedì 7 maggio, ore 15.00 Mentre il sole splende finalmente i suoi raggi sopra la Vandea, Paolina Amisse, fiorista a Boufferé dal 2019, è impegnata nella sua boutique Fleurs Passion’elle. Là Giovane imprenditore di 26 anni si prepara a partecipare alla finale nazionale del l’Oscar per i giovani fioristi. Saranno dieci in lizza; di cui due della Vandea

Due donne della Vandea in corsa

La finale dell’Oscar dei giovani fioristi ha selezionato dieci giovani talenti che arriveranno da tutta la Francia. Pauline Amisse non sarà l’unica Vandea a competere. Il dipartimento potrà contare su un’altra fiorista di talento, Coline Chevreau, una fiorista di 29 anni con sede a Pouzauges. Un forte concorrente da quando Coline ha vinto la medaglia d’argento nella competizione l’anno scorso. Gli altri partecipanti sono André Bagnard (Deux-Sèvres), Gwendoline Bergeault (Indre-et-Loire), Clémence Brise (Pyrénées-Atlantiques), Camille CAroff (Var), Katia Cortey (Rhône), Lilia Jarry (Maine-et-Loire ), Guillaume Lecas (Nord) e Mickaël Madru (Loira Atlantica). Tutti hanno tra i 19 e i 29 anni e saranno giudicati da una giuria di professionisti presieduta da un loro coetaneo, Dylan Decamp, giovane fiorista eletto Miglior Lavoratore di Francia della classe 2023.
I dieci candidati dovranno affrontare tre prove sabato 18 maggio, una al mattino dalle 9.00 alle 11.30, una seconda a pranzo dalle 12.30 alle 14.00 e una terza dalle 14.30 alle 18.00. Il giorno successivo, dalle 9:00 alle 12:00, li attende un test finale. La cerimonia di premiazione avrà luogo alle ore 15:30.

Il meglio dei giovani fioristi delle Floralies

Questo Il concorso esiste dal 1970 ed è organizzato ogni anno dalla Federazione francese dei fioristi artigiani. Quest’anno, questo incontro che riunirà il fior fiore dei giovani fioristi francesi avrà un carattere eccezionale. Godrà infatti di un’aura internazionale poiché si svolgerà nel cuore delle Floralies che, per la prima volta, fioriranno in Vandea, nella magnifica cornice della Chabotterie.

La passione per i fiori dall’età di 14 anni

Come vicina, Pauline non poteva perdere questa sfida. Lei che, fin dal suo apprendistato, ha preso in simpatia le competizioni. ” Lo amo. Queste sono opportunità per me per uscire dalla mia zona di comfort e incontrare persone che possono portarmi oltre”, confida la giovane donna che, all’età di 14 anni, ha deciso di diventare fiorista.

“A casa, con mio padre, mi piaceva già molto andare a raccogliere fiori in giardino e creare mazzi per decorare le tavole”, racconta la giovane vandeana. Mentre lei è in 4e, approfitta del talent day, un programma che permette agli studenti delle scuole medie di scoprire carriere, per aprirle la porta di un fiorista. “Mi è piaciuto subito”, dice Pauline.

Quello che mi è piaciuto è stato il lato creativo, il lavoro manuale, per di più in un ambiente bellissimo e il contatto con i clienti.

Pauline Amisse, fiorista in corsa per l’Osacr dei giovani fioristi

Naturalmente Pauline continuerà su questa strada. E la sua passione per questa professione troverà conferma durante il suo stage in 3e.

Incoraggiata dai suoi insegnanti e dalla sua famiglia, Pauline la superò Fiorista della PAC. I suoi buoni voti la spingono a continuare Maturità professionale in orticoltura, “l’opportunità per me di comprendere meglio il mondo dei fiori, di sapere come vengono prodotti, come crescono e come vengono confezionati prima di arrivare ai fioristi”. Con il diploma in mano, Pauline continua con a Fiorista BP a Rennes, già con il desiderio di aprire un proprio negozio. Una carriera già pronta che crescerà come un fiore fin dall’anno della sua BP, la giovane donna ha notato un’attività in vendita a Boufferé, “dove ho svolto il mio tirocinio del 3° annoe“. Come se fosse ovvio. Nell’agosto 2019, Pauline, a soli 21 anni diventa il capo di se stessa e potrà esprimere tutta la sua creatività.

Una creatività che coltiva nelle competizioni

Una creatività che coltiva regolarmente secondo il concorso.

Video: attualmente su -

Meilleur artisan de Vendée, Salon des arts de la table à Paris, Olympiades où elle monte sur la troisième du podium, Oscar du jeune fleuriste en Bretagne où elle gravit la deuxième marche… Pauline sème son amour pour la création, la technicité au fil des concorso. E spera un giorno di essere ricompensato.

Questa finale dell’Oscar per giovani fioristi alle porte del suo regno dei fiori le offre una nuova opportunità per mostrare cosa sa fare. Nel mondo unico delle Floralies.

È una splendida vetrina per me e anche per la nostra professione di fioristi.

Paolina Amisse.

Tuttavia, la giovane donna non esercita pressioni su se stessa. “So come gestire il mio stress, la mia adrenalina”, dice la candidata che sa più o meno cosa la aspetta. “Saranno due giorni intensi. In generale, iniziamo con quattro eventi. Spesso si realizza la creazione di un bouquet con o senza struttura, un gioiello, una composizione di piante. »

Sfide che fanno appello alla creatività, ma anche alla tecnicità, senza dimenticare le finiture. “Il lavoro deve essere assolutamente pulito. Un semplice filo visibile di colla può costare caro”, osserva il giovane fiorista.

Sarà il tema su cui i dieci candidati dovranno lavorare durante il primo week-end delle Floralies Cammina per i giardini del mondo. Ma scopriranno all’ultimo momento i soggetti e i fiori con cui dovranno confrontarsi. Il che non preoccupa Pauline Amisse. “Tutti i fiori mi ispirano”, confida colei che ha già vinto una bella vetrina per il suo know-how.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

PREV Privacy: il riconoscimento facciale come strumento di polizia preoccupa molti
NEXT Nantes Loira Atlantica. Grave incidente durante un convoglio nuziale (Red. les Sables-d’Olonne)